VITA

Piceno: sulle orme di San Francesco

26 Ottobre Ott 2003 0200 26 ottobre 2003

Una vacanza di sogno, coccolati dalla cucina della signora Lea e da tantissimo verde. E, a due passi, mare e bellezze architettoniche (di Michela Luison).

  • ...
  • ...

Una vacanza di sogno, coccolati dalla cucina della signora Lea e da tantissimo verde. E, a due passi, mare e bellezze architettoniche (di Michela Luison).

A metà strada tra Montalto delle Marche e Montedinove, arroccato su una collina a circa 600 metri dal livello del mare, s?incontra l?agriturismo San Francesco dei Conti Vatielli. Una terrazza panoramica naturale che domina le vallate dei fiumi Aso e Tesino e dalla quale si può ammirare, al tramonto, il gioco di colori offerto dalla vegetazione del paesaggio collinare marchigiano e dai raggi del sole che scompaiono all?orizzonte nel mare. I proprietari di casa, Gerardo Vatielli e Lea De Laurentiis, qualche anno fa hanno deciso di ritirarsi in questa proprietà di famiglia, circondata da 14 ettari di boschi di querce e castagne, per dedicarsi all?ospitalità e alla vita agreste. Il grande casolare colonico del Settecento, ristrutturato ad arte mantenendo le strutture e i colori originari, è stato adibito per gli ospiti che possono soggiornarvi con la formula del bed&breakfast o quella tradizionale dell?agriturismo. Sui campi che circondano l?azienda si estendono frutteti, vigneti e terreni coltivati. Un?altra area è destinata all?allevamento di papere, polli e galline. Tutti prodotti questi che la signora Lea utilizza in cucina per deliziare i palati dei suoi ospiti con piatti tipici della cucina marchigiana. Da non perdere la pasta fatta in casa condita con il sugo di papera, i ?vincisgrassi? (saporiti timballi di carne), il fritto misto all?ascolana e le gustose crostate di frutta. Il tutto innaffiato dal rosso di casa, il corposo Piceno, o i nobili vini locali come il Falerio, il Verdicchio e il Trebbiano. Durante il soggiorno ci si può far avvolgere dall?atmosfera calda e accogliente delle camere e dei salotti, con gli spazi riservati al relax e alla lettura. Ci si può dedicare a lunghe passeggiate nei boschi, seguendo i numerosi sentieri e le stradine romantiche che si snodano all?interno per circa tre chilometri. O ossigenarsi facendo trekking, jogging e andando in bicicletta. Oppure rilassarsi ai bordi della piscina e del laghetto o, perché no, fare una salutare partita a tennis. Per chi, invece, preferisce scoprire le bellezze naturali e architettoniche della regione, dopo la visita all?interno dell?azienda del convento e alla chiesa di San Francesco delle Fratte (fondata, secondo la tradizione, dallo stesso San Francesco agli inizi del Duecento, durante la sua permanenza nel Piceno), vicine sono le città d?arte di Ascoli, Offida e Fermo, le stazioni balneari di Porto San Giorgio, Cupra, Grottammare e San Benedetto del Tronto e il parco nazionale dei monti Sibillini e della Laga. Per raggiungere l?agriturismo comodamente si consiglia l?A14: da nord, usciti al casello di Pedaso, si segue l?indicazione per Montalto, percorrendo per circa 30 chilometri la ss 433 lungo lo splendido fondo valle del Fiume Aso. Da sud, usciti al casello di Grottammare, si segue per Montalto, percorrendo la sp92 Valtesino, per 25 chilometri.

Michela Luison

Agriturismo San Francesco dei Conti Vatielli Contrada Monti, 11 Montalto delle Marche (Ascoli Piceno) tel: 333.7667784