VITA

Quasi 300mila commercianti vittime del racket

26 Maggio Mag 2004 0200 26 maggio 2004

Presentato il rapporto di Sos impresa intitolato ''Le mani della criminalita' sulle imprese'

  • ...
  • ...

Presentato il rapporto di Sos impresa intitolato ''Le mani della criminalita' sulle imprese'

Oltre 160 mila commercianti taglieggiati e piu' di 135 mila vittime dell' usura. Due milioni e 600 mila euro che ogni ora passano dalle mani dei commercianti a quelle dei mafiosi. E un giro d'affari per i criminali, considerando oltre al racket e all'usura anche furti, rapine, truffe, contrabbando, da 63,7 miliardi di euro. Sono solo alcuni dei dati contenuti nel rapporto ''Le mani della criminalita' sulle imprese'' realizzato da Sos Impresa e presentato oggi a Roma in occasione dell'assemblea nazionale dell'associazione antiracket e usura promossa dalla Confesercenti. Un quadro ''allarmante'', come l'ha definito il presidente nazionale della Confesercenti Marco Venturi, che colpisce soprattutto le regioni del sud e in particolare Puglia, Calabria, Campania e Sicilia. Ma secondo il rapporto sono in crescita le denunce anche in Toscana ed Emilia Romagna.