Non Profit

Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri 3325 del 7 novembre 2003 – Liquidazione delle spese di somma urgenza, di prima assistenza alla popolazione e degli oneri connessi all’impiego del volontariato (G.U. 3/3/2005 n. 51)

31 Gennaio Gen 2005 0100 31 gennaio 2005

  • ...
  • ...

IL COMMISSARIO DELEGATO Vista la legge 24/02/1992 n. 225 “Istituzione del Servizio Nazionale della Protezione Civile”; Visto che per gli eccezionali eventi atmosferici che hanno colpito il territorio della provincia di Massa Carrara il 23 e 24 settembre 2003 il Presidente del Consiglio dei Ministri con decreto del 29/09/2003 ha dichiarato lo stato di emergenza fino al 31/09/2004, poi prorogato fino al 31/12/2005 con Dl. 355/2003 convertito con legge 27 febbraio 2004, n. 47; Vista l\'ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3325 del 7/11/2003 con la quale l’Assessore alla protezione civile della Regione Toscana è stato nominato Commissario delegato, ai sensi e per gli effetti dell\'art. 5 della legge 24/02/1992 n. 225; Viste le competenze attribuite al Commissario ai sensi degli artt. 1 e 6 dell’ordinanza sopra richiamata; Considerato che l’art. 6 della medesima ordinanza assegna al Commissario, per lo svolgimento di tali competenze, la somma di euro 10.000.000,00 e che in base a quanto previsto dal Dl. 355/2003 sopra citato è stato stipulato un mutuo con la Cassa depositi e prestiti per un finanziamento di euro 2.733.347,73 a valere sull\'annualità 2005 e di altrettanti euro 2.733.347,73 a valere sull\'annualità 2006; Preso atto che tali risorse sono state ripartite tra le varie tipologie di interventi inizialmente con l\'ordinanza commissariale n. A/1 del 18 dicembre 2003 e successivamente con l\'ordinanza commissariale n. A/4 del 19 aprile 2004; Visto che il Commissario con la predetta ordinanza A/1 ha destinato in particolare: - euro 1.200.000,00 alle iniziative di sostegno finanziario per i nuclei familiari, le cui abitazioni di residenza siano oggetto di provvedimento di inagibilità nella forma di contributi per l’autonoma sistemazione e di contributi finalizzati al rientro dei medesimi nelle proprie abitazioni, tramite recupero della agibilità degli edifici e il ripristino dei beni mobili essenziali; - euro 180.000,00 di cui 163.000,00 al rimborso delle spese sostenute dal Comune di Carrara per i primi interventi diretti al soccorso della popolazione e 17.000,00 come quantificazione provvisoria in corso di accertamento per il rimborso degli oneri connessi all\'utilizzo del volontariato ai sensi del DPR n. 194/2001 “Regolamento recante nuova disciplina della partecipazione delle organizzazioni di volontariato alle attività di protezione civile”; - euro 5.320.000,00, di cui il 90% dell’importo a favore del Comune di Carrara e il 10% dell’importo a favore del Comune di Massa, a copertura parziale delle spese per gli interventi di somma urgenza riportati nell’allegato “1” della medesima ordinanza eseguiti dagli enti locali per un totale di euro 18.423.203,42 ; Preso atto che con successiva ordinanza n. A/4 del 19/04/2004 il Commissario, in base alle ulteriori risorse assegnate con ordinanza DPC n. 3332 del 19/01/2004, ha disposto di destinare una parte di queste ultime per complessivi 2.500.000,00 euro alla copertura delle spese di somma urgenza in proporzione agli importi che residuavano da rimborsare e precisamente: euro 1.535.381,70 al Comune di Carrara, euro 430.319,58 al Comune di Massa, euro 534.298,72 alla Provincia di Massa Carrara; Richiamata altresì l’ordinanza n. A/2 del 28 gennaio 2004 con cui il Commissario ha approvato le disposizioni per l’attivazione delle “Iniziative di sostegno finanziario a favore dei nuclei familiari evacuati a seguito dell’evento alluvionale del 23 settembre 2003 nella provincia di Massa Carrara” e ha tra l’altro previsto un limite massimo per il contributo di prima assistenza per il rientro nelle abitazioni inagibili di euro 15.000,00, poi elevato dal Commissario con successiva ordinanza A/8 del 05/08/2004 a euro 35.000,00 al fine di consentire la realizzazione degli interventi necessari per il rientro medesimo; Visto che il Commissario con ordinanza n. A/11 del 04/11/2004 ha provveduto al rimborso a favore del Comune di Carrara di una prima parte delle spese di somma urgenza per un importo di euro 802.934,30 e con successiva ordinanza A/13 del 06/12/2004 di una ulteriore parte delle predette spese per un importo di euro 170.301,76; Richiamata la nota commissariale prot. 120/8907/10.3.2 del 19/03/2004 con cui sono stati indicati i documenti necessari per la rendicontazione delle predette spese di somma urgenza da parte degli enti locali e le relative modalità di presentazione agli uffici regionali; Verificata la regolarità e completezza della documentazione presentata dal Comune di Carrara a fronte di ulteriori spese di somma urgenza come risulta dalla nota trasmessa dall’ URTT di Massa Carrara prot. n. 143766 del 18/11/2004, agli atti dell’ufficio; Ritenuto quindi di procedere alla liquidazione a favore del Comune di Carrara delle spese sostenute per questi ulteriori interventi di somma urgenza indicati nell’allegato “A” alla presente ordinanza per un importo di euro 1.349.376,94; Vista la nota prot. n. 2038 del 17/12/04 con la quale il Comune di Carrara richiede il rimborso di una parte delle spese di prima assistenza pari a euro 4.750,00; Richiamata la nota commissariale prot. n. 120/21730/10.3.2. del 29/07/2004 con cui sono stati indicati i documenti necessari per la rendicontazione delle spese di prima assistenza alla popolazione; Verificato da parte della struttura regionale competente che la predetta documentazione risulta completa e regolare ai fini della liquidazione; Ritenuto quindi di procedere alla liquidazione a favore del Comune di Carrara della somma di euro 4.750,00 quale quota parte a copertura delle spese di prima assistenza alla popolazione; Richiamato il DPR n. 194/2001 che all’art.9 prevede tra l’altro il rimborso ai datori di lavoro delle somme equivalenti agli emolumenti versati ai dipendenti impegnati in attività di soccorso e di assistenza autorizzate dal Dipartimento della protezione civile Considerato altresì che l’art. 10 del suddetto DPR n. 194/2001 prevede il rimborso alle organizzazioni di volontariato delle spese sostenute in occasione degli interventi di soccorso, sulla base di idonea documentazione; Tenuto conto che ai sensi del citato art. 10 possono essere ammessi a rimborso, anche parziale e sulla base di idonea documentazione, gli oneri derivanti dal reintegro di attrezzature e mezzi perduti o danneggiati nello svolgimento di attività autorizzate; Tenuto altresì conto che i predetti rimborsi avvengono su istanza dei soggetti interessati; Vista la nota prot. n. DPC/VRE/0041099 del 24.09.2003 con la quale il Dipartimento della protezione civile ha concesso l’autorizzazione alla applicazione dei benefici normativi di cui al DPR. n. 194/2001; Acquisite agli atti le istanze di rimborso degli oneri connessi all’utilizzo del volontariato presentate dai datori di lavoro di cui all’allegato “B” e dalle organizzazioni di volontariato di cui all’allegato “C” alla presente ordinanza; Considerato che per quanto riguarda le richieste di rimborso dei datori di lavoro, si è ritenuta idonea documentazione la copia della busta paga del dipendente relativa al periodo di partecipazione all’emergenza in oggetto, l’indicazione del numero di matricola aziendale e l’attestazione da parte del Comune di Carrara della presenza del volontario all’evento; Considerato che per quanto riguarda le organizzazioni di volontariato, si è ritenuta idonea documentazione, oltre l’attestazione da parte del Comune di Carrara della loro presenza all’evento, le ricevute in originale delle spese dichiarate; Verificata da parte della struttura regionale competente la regolarità e completezza della documentazione, conservata agli atti; Ritenuto di procedere, ai sensi dell’art. 9 del DPR n. 194/2001, alla liquidazione a favore dei datori di lavoro indicati nella tabella allegato “B” alla presente ordinanza, della somma a fianco di ciascuno indicata e secondo le modalità previste, per un importo complessivo pari a euro 7.220,82 Ritenuto di procedere, ai sensi dell’art. 9 del DPR n. 194/2001, alla liquidazione a favore delle organizzazioni di volontariato indicate nella tabella allegato “C” alla presente ordinanza, della somma a fianco di ciascuno indicata e secondo le modalità previste, per un importo complessivo pari a euro 299,20; Ritenuto di rimandare a successiva ordinanza il rimborso degli oneri connessi all’impiego del volontariato per i quali l’istruttoria non si è ancora conclusa; Valutato quindi di procedere alla liquidazione complessiva, a favore dei soggetti interessati, delle predette spese di somma urgenza, di prima assistenza alla popolazione e degli oneri connessi all’utilizzo del volontariato ai sensi degli artt. 9 e 10 DPR n. 194/2001 per la somma totale di euro 1.361.646,96; ORDINA 1. di liquidare l’importo complessivo pari a euro 1.361.646,96 (unmilionetrecentosessantunomilaseicentoquarantasei/96) come di seguito specificato: 1. euro 1.349.376,94 (unmilionetrecentoquarantanovemilatrecentosettantasei/94) a favore del Comune di Carrara per il rimborso delle spese di somma urgenza, rendicontate dal Comune medesimo e verificate dalla competente struttura regionale, per una ulteriore parte degli interventi di cui all’allegato “1” della ordinanza n. A/1 del 18/12/2003 come individuati nell’allegato “A” alla presente ordinanza; 2. euro 4.750,00 (quattromilasettecentocinquanta/00) a favore del Comune di Carrara per il rimborso di spese sostenute per il contributo di prima assistenza; 3. euro 7.220,82 a favore dei datori di lavoro di cui all’allegato “B” alla presente ordinanza per il rimborso degli oneri connessi all\'utilizzo del volontariato ai sensi dell’art. 9 del DPR n. 194/2001; 4. euro 299,20 a favore delle organizzazioni di volontariato di cui all’allegato “C” alla presente ordinanza per il rimborso degli oneri connessi all\'utilizzo del volontariato ai sensi dell’art. 10 del DPR n. 194/2001; 2. di imputare la suddetta liquidazione per l’importo complessivo di euro 1.361.646,96 (unmilionetrecentosessantunomilaseicentoquarantase/96), a favore dei predetti soggetti, sulle risorse depositate sulla contabilità speciale intestata al Commissario delegato presso la Banca d’Italia – Sezione di Tesoreria provinciale di Firenze n. 3959, destinate ai sensi dell’ordinanza PCM 3325/2003; 3. di comunicare la presente ordinanza ai soggetti sopraddetti e di disporne la pubblicazione per estratto sul Bollettino Ufficiale della Regione Toscana nonché sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. IL COMMISSARIO DELEGATO Tommaso Franci Visto Il Dirigente Responsabile del Settore “Sistema Regionale di Protezione Civile” Dott.ssa Cristina Francini Visto Il Direttore Generale Della Direzione Generale della Presidenza Dott. Valerio Pelini