VITA

Bar equo e solidale alla stazione di Manerbio

3 Agosto Ago 2005 0200 03 agosto 2005

Il comune recupera uno spazio urbano abbandonato aprendo il Narmada equo café, che svolgerà anche la funzione di biglietteria.

  • ...
  • ...

Il comune recupera uno spazio urbano abbandonato aprendo il Narmada equo café, che svolgerà anche la funzione di biglietteria.

Si chiama Narmada equo café il nuovo bar aperto nella stazione ferroviaria di Manerbio in provincia Brescia. Dopo la soppressione della biglietteria, alla stazione era venuta meno la manutenzione dei locali ma questi, grazie a un accordo tra il Comune e le Ferrovie dello Stato, sono stati affidati alla Cooperativa Narmada, appositamente costituita dall?associazione Jangada, che fa parte della rete del commercio equo e solidale, e dalla Cooperativa Solidarietà Manerbiese, la più significativa realtà di volontariato presente a Manerbio. Il primo obiettivo di questo progetto, ossia l?inserimento nel mondo del lavoro di personale femminile che vive in situazione svantaggiata, è già stato raggiunto: sono quattro le ragazze che hanno trovato lavoro nel nuovo bar. Elena Paletti, presidente della cooperativa, quando presenta il Narmada equo café sottolinea le scelte riguardanti i macchinari: tutti a basso impatto ambientale, e i prodotti, che provengono dalle centrali di importazione del commercio equo e solidale, da cooperative sociali operanti nel settore del biologico o da piccoli produttori locali. Gli spazi del locale sono inoltre resi disponibili a tutte le associazioni e ai gruppi che, condividendo l?idea del progetto, ne facciano richiesta per le proprie riunioni e attività. Il bar rimane aperto dal lunedì al sabato svolgendo anche la funzione di biglietteria ferroviaria.