VITA

Afghanistan: operazone Medusa, 92 talebani uccisi a Kandahar

11 Settembre Set 2006 0200 11 settembre 2006

Intanto la Nato si riunisce per aggiornamenti operativi della missione Isaf

  • ...
  • ...

Intanto la Nato si riunisce per aggiornamenti operativi della missione Isaf

La forza multinazionale Isaf e i soldati afghani hanno ucciso 92 combattenti talebani nella provincia meridionale afghana di Kandahar dove e' in corso da dieci giorni l'operazione militare Medusa. Lo rende noto un comunicato della Nato, cui e' affidata la guida dell'Isaf. I 92 talebani sono stati uccisi ieri e si aggiungono agli altri 94 morti in diversi scontri ieri mattina. Intanto, si è tenuto una riunione informale del Consiglio Atlantico della Nato sull'Afghanistan, questa mattina a Bruxelles. E' quanto si apprende al Quartier Generale dell'Alleanza. Alla riunione il nostro paese e' stato rappresentato dal rappresentante permanente, l'ambasciatore Maurizio Moreno. L'attenzione e' stata rivolta, spiegano alla Nato, sia sulle esigenze relative al completamento del dispositivo militare originariamente previsto per l'espansione a Sud, sia sulla strategia politica e sulla dimensione di ricostruzione del paese che coinvolge anche altri attori della comunita' internazionale. Nel corso della riunione, convocata dal segretario generale della Nato Jaap de Hoop Scheffer, gli ambasciatori dei 26 stati membri hanno discusso della situazione in Afghanistan alla luce anche della riunione dei capi militari dell'Alleanza lo scorso fine settimana a Varsavia, durante il quale il Comandante supremo delle forze alleate in Europa, generale James Jones, che ha parlato dell'esigenza di 2.000-2.500 soldati in piu'. Tale valutazione e' stata illustrata agli ambasciatori a Bruxelles. Si tratta, spiegano ad AKI-Adnkronos International fonti dell'Alleanza, non di effettivi aggiuntivi, ma del numero di soldati necessari a completare il totale complessivo richiesto a suo tempo dai vertici militari della Nato. Finora, ha spiegato gia' giorni fa il generale Jones, gli stati membri hanno fornito l'85% di quanto richiesto. Analoga richiesta e' stata avanzata anche in termini di mezzi, in particolare per il trasporto aereo.