VITA

Droga: Turco, mandiamo i Nas nelle scuole

28 Maggio Mag 2007 0200 28 maggio 2007

"Depenalizzare il consumo e vigilare che nelle scuole non circoli la droga rientrano nella stessa strategia". Così il ministro della Salute, Livia Turco, in un'intervista a La Stampa

  • ...
  • ...

"Depenalizzare il consumo e vigilare che nelle scuole non circoli la droga rientrano nella stessa strategia". Così il ministro della Salute, Livia Turco, in un'intervista a La Stampa

"Depenalizzare il consumo e vigilare che nelle scuole non circoli la droga rientrano nella stessa strategia". Secondo il ministro della Salute, Livia Turco, l'invio dei Nas contro la droga e la proposta fatta a suo tempo dal ministro di raddoppiare la quantita' massima consentita di cannabis, non sono in contraddizione tra di loro. E, in un'intervista sulla "Stampa", Turco spiega il suo piano a difesa della salute dei ragazzi. "I Nas- dice il ministro- vigileranno che le scuole siano ambienti sicuri per gli studenti. Luoghi 'sacri' senza alcol, spinelli, nuove sostanze, cocaina, droghe da sballo". E piu' avanti afferma: "Non serve proibire, ma dissuadere i giovani e far capire che ogni sostanza fa male. I Nas a scuola individueranno proprio le criticita' da risolvere. Ma senza caccia alle streghe. Nessuno ha mai pensato di considerare 'criminale' un alcolista, un tabagista o un depresso". Secondo Turco bisogna scoraggiare al consumo attraverso l'educazione, "colpire il traffico e lo spaccio, prendere in carico tutte le persone per insistere affinche' escano dalle droghe".