Emergenze

GAZA. A Milano l'albero della pace degli Amici di Israele

19 Gennaio Gen 2009 1358 19 gennaio 2009

Amici Di Israele, con la partecipazione della Comunità Ebraica di Milano, organizza una manifestazione di solidarietà ad Israele e per la pace in Medio Oriente a Milano

  • ...
  • ...

Amici Di Israele, con la partecipazione della Comunità Ebraica di Milano, organizza una manifestazione di solidarietà ad Israele e per la pace in Medio Oriente a Milano

«La storia insegna che l’utilizzo del fuoco in politica è molto pericoloso». Inizia così il comunicato dell'Associazione Amici di Israele che ha indetto per mercoledì 21 a Milano una manifestazione dal profondo significato simbolico: l’associazione donerà al Comune di Milano “L’albero della pace”: un piccolo gesto di dialogo e di pace dal grande significato: l’albero come simbolo di vita, entrambe le bandiere (israeliana e palestinese) come amore e rispetto per i due popoli, l’acqua come elemento di nutrimento e di crescita, in contrapposizione al fuoco, simbolo di odio e distruzione . «Non ci si può aspettare nulla di buono né da chi brucia libri (che rappresentano la cultura dei popoli) né da chi brucia bandiere (che rappresentano i popoli stessi). Per questo mercoledì 21 gennaio vogliamo dare come Amici Di Israele un segnale opposto, di vero amore per la pace. Consegneremo al Comune di Milano, tramite il Presidente del Consiglio Comunale di Milano Manfredi Palmeri, l’albero della pace. Un giovane albero ai cui rami saranno legate le bandiere israeliana e palestinese.
In tale occasione utilizzeremo l’elemento opposto al fuoco: l’acqua. Vogliamo infatti innaffiare insieme questo albero della pace, simbolo di speranza, di convivenza, di crescita comune: cristiani, ebrei, musulmani e non credenti saranno in piazza con noi. Per crescere insieme, gli uni con gli altri, invece che gli uni contro gli altri.
Milano. Dalle ore 18.30 di mercoledì 21 gennaio, in piazza San Carlo (lungo Corso Vittorio Emanuele, a due passi da piazza San Babila) avrà luogo la manifestazione ““Un albero, due bandiere, tre manciate d’acqua. Per la pace in Medio Oriente, nel rispetto di tutti i popoli”
Interverrà il presidente della Comunità Ebraica Leone Sued, la presidente dell’Associazione Donne Arabe d’Italia Dounia Ettaib, il segretario dell’associazione Amici Di Israele Davide Romano. Dopo le prime notizie della tenuta della manifestazione, stanno arrivando le prime adesioni, tra cui quella dell’imam Yahya Pallavicini, vice-presidente del COREIS (Comunità Religiosa Islamica italiana): ci hanno già comunicato la propria presenza il Presidente del Consiglio Comunale Manfredi Palmeri, oltre che l’Unione Giovani Ebrei d’Italia.