Salute

Così sono morte le due ragazze alla messa del Papa

3 Aprile Apr 2009 0200 03 aprile 2009

  • ...
  • ...

Un'altra verità, finora taciuta, sta venendo a galla sulla tragedia che si è consumata il 21 marzo allo stadio di Luanda, durante la visita del Papa in Angola (due ragazze morte e decine di feriti). La versione ufficiale parla genericamente di "ressa" ma non racconta che cosa l'ha provocata: un intervento brutale delle forze di sicurezza. C'è un testimone di questi fatti. Un missionario di nazionalità uruguaiana, padre Martin Lasarte, un salesiano che vive da vent'anni a Luanda. Questo il suo racconto: «Nella mattinata di sabato 21 ero stato con un gruppo del movimento giovanile salesiano, circa 800 fra ragazzi e ragazze, alla messa del Papa nella Chiesa di Sao Paulo. Finita la celebrazione ci siamo incamminati verso lo stadio Dos Coqueiros». La tragedia è avvenuta al cancello numero 4, intorno alle 12. «Avevano messo dei varchi elettronici. I ragazzi dovevano passare uno ad uno per due strette porticine. Una cosa impossibile. C'erano già ventimila persone in attesa, sotto un sole crudele...». Padre Lasarte continua: «La fila s'ingrossava sempre di più, la folla premeva, l'unica cosa sensata era lasciarli passare rinunciando all'imbuto lentissimo dei metal detector. Invece le forze della sicurezza si sono impuntate e quando hanno temuto che la folla potesse provare a forzare il passaggio sono intervenute in modo brutale. Hanno iniziato a picchiare, anche con manganelli elettrici. I giovani erano sudatissimi, alcuni si erano bagnati con l'acqua. Le scosse molto dolorose. Anche otto del nostro gruppo sono rimasti feriti. A quel punto la folla è stata presa dal panico? Così sono morte, schiacciate, quelle due povere ragazze. Una disgrazia che poteva essere evitata».
Curiosità
Nei 16 discorsi del Papa in Camerun e Angola mai è risuonata la parola preservativo. Il termine non compariva, curiosamente, nemmeno nella domanda sull'Aids posta al Papa sull'aereo. Domanda inviata, come tutte le altre, in buon anticipo. Il controverso e sfortunato inciso sulla distribuzione dei preservativi che non risolvono - «al contrario, aumentano il problema» - è durato esattamente 5 secondi. Resta la curiosità di sapere come sarebbe stato raccontato il viaggio senza quell'inciso.

Ipse dixit
Nel vedere l'affascinante incanto che irradia dalla donna a causa dell'intima grazia che Dio le ha donata, il cuore dell'uomo si illumina? (Benedetto XVI, Luanda )