Salute

PAPA. Dal Belgio una mozione che condanna l'affermazione sul preservativo

3 Aprile Apr 2009 1740 03 aprile 2009

«La risoluzione suscita stupore» ha detto il direttore della sala stampa vaticana padre Federico Lombardi

  • ...
  • ...

«La risoluzione suscita stupore» ha detto il direttore della sala stampa vaticana padre Federico Lombardi

Il parlamento belga ha approvato una mozione che condanna le dichiarazioni del Papa sull'utilità del preservativo nella lotta all'Aids e che «sollecita l'esecutivo a condannare l'inaccettabile presa di posizione del Papa e di presentare una protesta formale alla Santa Sede». La mozione ha avuto 95 voti a favore, 18 contrari e sette astensioni.

Padre Federico Lombardi, direttore della Sala stampa vaticana, ha espresso stupore per la presa di posizione espressa dalla Camera dei deputati del Belgio. «La risoluzione approvata dalla Camera dei deputati belga suscita stupore» ha detto ai microfoni della Radio Vaticana padre Lombardi «dato che in ogni Paese democratico appare ovvia la libertà del Santo Padre e della Chiesa cattolica di esprimere le proprie posizioni e linee di azione su argomenti che hanno evidente attinenza con la visione della persona umana e della sua responsabilità morale, con le prospettive di impegno educativo e formativo delle persone, con il servizio di cura dei malati e dei sofferenti». «La grande tradizione ed esperienza della Chiesa nel campo formativo e in quello sanitario» ha aggiunto «in particolare anche nei Paesi più poveri, è così evidente da non aver bisogno di dimostrazioni o commenti. Viene anche da domandarsi se le posizioni del Santo Padre siano state considerate con sufficiente attenzione e serietà, o piuttosto attraverso il filtro non obiettivo ed equilibrato di echi nei media occidentali».