Sostenibilità

L'economia post sisma si rilancia anche col turismo sostenibile

10 Luglio Lug 2009 0200 10 luglio 2009

WWF in campo con le proposte di Vacanze Natura

  • ...
  • ...

WWF in campo con le proposte di Vacanze Natura

Dalle aree naturali protette della Regione può rimettersi in moto un'offerta di accoglienza a misura d'ambienteLe Vacanza Natura sono una delle più consolidate realtà del turismo sostenibile in Italia. L'Abruzzo, con le sue aree naturali protette, è da sempre una delle mete preferite degli eco turisti. Purtroppo, quest'anno, tutto il settore del turismo in Abruzzo sta risentendo pesantemente del terremoto di L'Aquila, che ha fatto crollare la richiesta di vacanze soprattutto nelle aree interne e montane. Il WWF, da subito, ha cercato di promuovere il turismo dei parchi e delle riserve abruzzesi nella convinzione che anche attraverso il turismo sia possibile garantire un più rapido ritorno alla normalità, assicurando agli operatori turistici quelle entrate economiche indispensabili per fare in modo che la crisi non acuisca i già tanti disagi lasciati dal terremoto.
Per fare questo il WWF ha lanciato una specifica campagna che prevede il dono di un panda di cartapesta ai primi 150 bambini che si sono iscritti a campi in Abruzzo. Le Vacanze Natura del WWF in Abruzzo si rivolgono a bambini, a ragazzi, ad adulti ed alle famiglie e si svolgono all'interno del Parco nazionale d'Abruzzo, del Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, dell'Oasi WWF - Riserva regionale del Lago di Penne, dell'Oasi WWF - Riserva regionale delle Gole del Sagittario di Anversa degli Abruzzi e dell'Area marina protetta di Torre di Cerrano a Pineto. Le proposte dell'estate 2009, come sempre, sono attente alla validità naturalistica dei programmi e delle attività, al pregio delle località ed alla qualità delle strutture ricettive in cui si svolgono i soggiorni e le vacanze. Durante le Vacanze Natura in Abruzzo sarà possibile seguire le tracce di orsi e lupi, conoscere i segreti delle stelle, esercitarsi a scalare una parete di roccia o a cavalcare, solcare il Mediterraneo su una barca a vela e studiare i venti, imparare a fare il formaggio ed il pane, ma anche rilassarsi immergendosi nelle acque di fiumi o del mare o apprezzando la buona cucina tradizionale.