Turismo

Coldiretti: «Agriturismi raddoppiati in 10 anni»

13 Novembre Nov 2009 1856 13 novembre 2009

È quanto emerge da un’analisi dei dati Istat. Sono passate da 9718 a 18480

  • ...
  • ...

È quanto emerge da un’analisi dei dati Istat. Sono passate da 9718 a 18480

Il numero di agriturismi è quasi raddoppiato negli ultimi dieci anni con una crescente presenza delle donne che sono oggi alla guida di oltre un terzo delle aziende (35 per cento). E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti sui dati dell’Istat che ha rilevato l’esistenza in Italia di 18.480 aziende agrituristiche al primo gennaio 2009, (nel 1988 erano 9718), con un aumento del 4,3 per cento nonostante la crisi economica generale.
Se la presenza agrituristica è più rilevante in Toscana e in Alto Adige, dove si trovano, rispettivamente, 4.061 e 2.921 aziende, l’attività presenta dimensioni significative anche in Veneto, Lombardia, Umbria (con oltre mille aziende), Piemonte, Emilia-Romagna, Campania, Marche e Sardegna (con oltre 700 aziende)». Le aziende agrituristiche che offrono l’alloggio sono 15.334 con 189.013 posti letto autorizzati e 7.320 piazzole per l’agricampeggio mentre quelle autorizzate alla ristorazione sono 8.928 con 337.385 posti a sedere, ma ci sono anche 3.304 aziende espressamente autorizzate alla degustazione.
E se la buona tavola è una delle ragioni principali per scegliere l'agriturismo, la crescita della vacanza in campagna è dovuta sopratutto al fatto che sempre piu' spesso, continua la Coldiretti, sono offerti programmi ricreativi come l'equitazione, il tiro con l'arco, il trekking mentre in quasi la metà non mancano attività culturali come la visita di percorsi archeologici o naturalistici. Le aziende autorizzate all’esercizio di altre attività agrituristiche (equitazione, escursionismo, osservazioni naturalistiche, trekking, mountain bike, corsi, sport e varie) sono 10.354, pari al 56 per cento degli agriturismi nazionali. L’escursionismo e l’impiego di mountain-bike sono praticati, rispettivamente, in 3.140 e 2.398 aziende mentre più limitata è, invece, l’offerta di osservazioni naturalistiche che interessa soltanto 607 agriturismi. Tra le altre attività agrituristiche rientrano anche il trekking, l’equitazione e i corsi che riguardano, rispettivamente, 1657, 1615 e 1407 unità.
“Percorsi e modelli di successo nell’agriturismo italiano” è il titolo del seminario organizzato da Terranostra, l’associazione agrituristica di Coldiretti, in collaborazione con la Fondazione Campagna Amica il 15 novembre ad Agri@Tour, il salone interamente dedicato al settore che si svolge ad Arezzo. Al termine dell’incontro, cui partecipano il presidente di Terranostra Tulio Marcelli e il direttore generale della Fondazione Campagna Amica Toni De Amicis, sarà assegnato l’“oscar” alla creatività. Tra i premiati per la loro capacità di innovazione, l’azienda viterbese che propone vacanze in una originale suite costruita tra le fronde di una quercia secolare; la fattoria educativa che svolge la sua attività in provincia di Roma; l’agriturismo avellinese che ha meritato dalla Regione Campania il titolo di “custode delle più antiche tradizioni dell’olio d’oliva”; la masseria pugliese che ha creato la prima piscina bio; la fattoria didattica emiliana che vanta un’ampia offerta formativa per tutte le età; la malga raggiungibile solo perché, in inverno, il proprietario effettua un servizio taxi con motoslitte e un “carro armato” cingolato (mezzi di trasporto truppe usati dalle truppe alpine); l’agriturismo di Arma di Taggia che offre uno spazio anche per le attività di meditazione.
L' agriturismo, secondo la Coldiretti, si conferma una delle mete preferite dagli italiani per trascorrere le vacanze in tutta tranquillità, con un fatturato che supererà nel 2009 il valore di un miliardo raggiunto lo scorso anno. Le vacanze nel verde sono favorite - sottolinea la Coldiretti - dalla tendenza a diversificare il periodo delle ferie, dalla tendenza a privilegiare vacanze ripetute, ma più brevi, dalla preferenza accordata ai soggiorni in Italia rispetto all'estero anche per effetto della pandemia influenzale.
Per scegliere la vacanza in agriturismo è possibile consultare le guide specializzate come “Agriturismo 2009” edito dall’Istituto Geografico De Agostini che raccoglie le aziende associate a Terranostra o ricercare su internet dove è presente il sito www.campagnamica.it con una selezione di quasi millecinquecento agriturismi che possono essere scelti attraverso un motore di ricerca per tipo di ospitalità, collocazione geografica, prezzo e servizi offerti, compreso il benvenuto agli animali. Secondo una indagine della Coldiretti gli animali hanno libero accesso in quasi la metà delle aziende agrituristiche nazionali.