sanità

Il trekking nel deserto dei trapiantati

15 Dicembre Dic 2009 1755 15 dicembre 2009

Conclusa con successo l'esperienza pilota dell'ITT

  • ...
  • ...

Conclusa con successo l'esperienza pilota dell'ITT

Sei trapiantati di reni, cinque uomini e una donna, hanno appena concluso un trekking di nove giorni nel deserto algerino, percorrendo a piedi per circa 18 km al giorno, tra variazioni altimetriche che vanno da 1.000 a 1.720 metri.

L’Italian Transplant Trekking – ITT si è svolto tra il 4 e il 13 dicembre 2009 ed è stato promosso dalla Fondazione per l’Incremento dei Trapianti d’Organo e Tessuti onlus (FITOT) in partnership con Novartis, con il supporto scientifico del Centro Nazionale Trapianti. L’obiettivo è quello di sottolineare il ruolo dello sport come terapia nel post trapianto e come testimonianza dell’efficacia del trapianto stesso in termini di qualità di vita dei pazienti.

“L’Italian Transplant Trekking – afferma Pilade Riello, Presidente Fondazione per l’Incremento dei Trapianti d’Organo e tessuti (FITOT) – è la dimostrazione che l’attività sportiva, che FITOT promuove da anni, può essere considerata una prassi e un valido strumento di “recupero” per le persone che hanno subìto un trapianto. L’ITT è una sfida che FITOT ha deciso di sostenere per diffondere la cultura della donazione e dei trapianti che deve diventare un valore condiviso da tutti, anche sulla base dei risultati che ne fanno ormai uno standard terapeutico. ”

“L’ITT è il primo di una serie di progetti che intendono stimolare la cultura dell’attività sportiva quale approccio terapeutico per il paziente trapiantato al fine di migliorare la sua ripresa psico-fisica. - precisa Alessandro Nanni Costa, Direttore Centro Nazionale Trapianti.

“Le risposte dei pazienti sfatano il mito che chi ha subìto un trapianto debba stare per sempre a riposo, anzi confermano che i pazienti oggi possono raggiungere condizioni stabili tali da poter consentire loro di affrontare un’attività sportiva importante e prolungata anche in condizioni ambientali non convenzionali - afferma Giovanni Mosconi, Dirigente Medico U.O. Nefrologia Dialisi e Trapianto, Policlinico S. Orsola, Bologna.

Nel 2009 (dati aggiornati al 31 ottobre) in Italia sono stati effettuati 3.201 trapianti (comprensivi dei trapianti combinati) di cui: 1667 di Rene, 1075 di Fegato, 365 di Cuore, 114 di Polmone, 13 di Pancreas, 5 di Intestino.