Abruzzo

La web tv dei terremotati in onda su Al Jazeera

22 Dicembre Dic 2009 1334 22 dicembre 2009

"From Zero" approda sul network islamico

  • ...
A6e7d5dc1e857ee0f0f024bf77936a86
  • ...

"From Zero" approda sul network islamico

Dopo avere attirato l’attenzione di migliaia di italiani, che hanno seguito su Internet le storie dei terremotati abruzzesi, e dopo la partecipazione al Torino Film Festival (evento speciale della sezione “documentari italiani”) e all'International Documentary Festival in Amsterdam (IDFA) nel mese di novembre, ora From Zero approda in televisione.


A dicembre la prima parte di uno speciale di due puntate da 22 minuti ciascuna sarà in onda su Al Jazeerea International (canale 522 di SKY) , canale gemello di Al Jazeera ma in lingua inglese. Ad ospitare la serie web prodotta da Stefano Strocchi e Roberto Ruini sarà il programma Witness, che propone documentari d'autore con storie da tutto il mondo. La prima puntata di storie dalle tendopoli abruzzesi della Croce Rossa Italiana sarà in onda il 22, 23, 24 dicembre e verrà vista in tutto il mondo (clicca qui per la programmazione). La seconda puntata sarà trasmessa a febbraio. Dai primi di settembre una squadra di registi e montatori, ha vissuto nel campo di Centi Colella, gestito dalla Croce Rossa Italiana, raccontando da vicino la vita di 12 persone che stanno ancora attraversando le difficoltà dell’emergenza. Migliaia di persone dalla metà di settembre si sono appassionate alle storie di Luigi e Patrizia in giro per la città ancora fantasma per prendersi cura dei gatti abbandonati dopo il sisma, di Sergio il cuoco che ha gestito la grande cucina da campo della Croce Rossa Italiana. Con Rosa ed Antonello gli utenti del web hanno atteso la graduatoria per le case del Governo e vissuto da vicino la difficoltà di trovare lavoro durante la ricostruzione. Nicoletta ha portato tra le tendopoli i libri, con il Bibliobus, l'autobus-biblioteca. Mario l’abruzzese e Saleh il marocchino invece hanno dato dimostrazione di come anche in una situazione assolutamente precaria l’amicizia vada oltre i pregiudizi di nazione e religione.
La tecnologia della rete è stata utilizzata per condividere e conservare un prezioso archivio della memoria “on line” in tempo reale. Le case di produzione indipendenti Move productions (Torino) e Pulsemedia (Reggio Emilia) hanno portano per la prima volta in Italia, la “multipiattaforma”: un mix tra serie documentaria e sito internet (seguendo una nuova tendenza nel campo della produzione internazionale). Fromzero.tv ha consentito, e continuerà a farlo, l’accesso gratuito agli episodi e la possibilità di interagire col sito per creare una web community che accompagni con la propria partecipazione la ricostruzione in Abruzzo.


Oltre a Stefano Strocchi, autore e produttore, nel team di registi e montatori provenienti dal mondo del documentario italiano compaiono: Davide Barletti, Giotto Barbieri, Alessia Deninno, Arturo Lavorato, Andrea Ciacci, Cornelia Scöpf, Christian Sabatelli, Federico Campana.


Il progetto è patrocinato dalla Croce Rossa Italiana, che ospita nella tendopoli l’intero team durante tutta la produzione, dalla Banca dell’Adriatico e inoltre dalla Regione Abruzzo, dalla Provincia dell’Aquila, dalla Film Commission Torino Piemonte e dall’Abruzzo Film Commission.

In foto Stefano Strocchi durante una delle riprese