Trentino

Approvata legge provinciale per l’economia solidale

28 Giugno Giu 2010 1358 28 giugno 2010

Soddisfazione da parte di AGICES

  • ...
  • ...

Soddisfazione da parte di AGICES

Alle 9 Regioni italiane che hanno approvato Leggi a favore del commercio equo e solidale si aggiunge il Trentino, con la nuova Legge provinciale per l’economia solidale, approvata il 9 giugno 2010. Un risultato che consolida e accelera il lavoro dell’Assemblea Generale Italiana del Commercio Equo e Solidale (AGICES) - associazione di categoria che monitora le Organizzazioni di commercio equo italiane – da anni impegnata nell’elaborazione di provvedimenti equosolidali e che con un comunicato esprime soddisfazione per la notizia.

“Il Trentino e` stato negli ultimi anni un modello per tutta Italia nel panorama dell’economia solidale e sostenibile.” Ha dichiarato Alessando Franceschini, nuovo Presidente di AGICES. “Questo provvedimento, che si va ad affiancare ai percorsi legislativi di 9 regioni italiane sul tema del commercio equo e solidale, speriamo dia un nuovo impulso al commercio equo e solidale gia` cosi` ben radicato in queste valli. Il Trentino infatti, anche grazie al lavoro della nostra socia locale - la Cooperativa Mandacaru` di Trento - e` oggi uno dei territori che in Italia esprime meglio la volonta` di creare un’economia piu` giusta e sostenibile con i produttori del Sud de mondo. Una volonta` che si esprime in termini di presenza di volontari, di attivita` culturali, di apertura di botteghe del mondo e soprattutto di orientamento dei consumatori trentini verso i prodotti del commercio equo.”

Paolo Faccinelli, Presidente della cooperativa di commercio equo Mandacaru` di Trento aggiunge: “La nuova Legge della Provincia di Trento sull'economia solidale segna un passo in avanti nella cultura e sensibilita` politica (e quindi nella cultura e sensibilita` dei trentini). E' una legge che riconosce il valore di una serie di azioni e movimenti nati e sviluppati dalla societa` civile – nei diversi e variegati ambiti del commercio equo e solidale, dell’agricoltura biologica, delle produzioni e dei consumi ecocompatibili, del risparmio energetico, della filiera corta... - tesi a rendere un po' piu` giusto, pulito, bello il nostro mondo. Una Legge che si propone di valorizzare questo universo di iniziative favorendone un’evoluzione sistemica. Spero possa diventare uno strumento che attraverso lo sviluppo della “nicchia” dell’economia solidale, sia capace di rendere un po’ alla volta piu` giusta, pulita, solidale, bella l’intera economia.”