Chiesa

Il Papa: "gli abusi sono pervesioni del sacerdozio"

16 Settembre Set 2010 1446 16 settembre 2010

Il Pontefice è arrivato a Edimburgo per una quattro giorni. Le prime parole: "Per me le rivelazioni sulla pedofilia sono state un shock"

  • ...
  • ...

Il Pontefice è arrivato a Edimburgo per una quattro giorni. Le prime parole: "Per me le rivelazioni sulla pedofilia sono state un shock"

L'incontro ecumenico con la Chiesa anglicana, la beatificazione del cardinale John Henry Newman, il tema della secolarizzazione dell'Europa, quindi i colloqui con la Regina e con il premier David Cameron, sono alcuni dei punti cardine del viaggio di Benedetto XVI in Inghilterra da oggi al 19 settembre.

Il diciassettesimo viaggio internazionale del Papa avrà come tema 'Cor ad cor loquitur' (Il cuore parla al cuore) ispirato al motto cardinalizio di John Henry Newman. il Pontefice visiterà quattro città: Edimburgo, Glasgow, Londra e Birmingham. Sedici in tutto i discorsi previsti, comprese omelie e saluti. Ratzinger è partito questa mattina dall'aeroporto di Roma Ciampino poco dopo le ore 8 ed è arrivato alle 10.30 locali (le 11:30 in Italia) allo scalo internazionale di Edimburgo.

Dopo la cerimonia di accoglienza, il Papa raggiungerà il palazzo reale di Holyroodhouse per la cerimonia di benvenuto. Successivamente la visita alla regina Elisabetta II; al termine, nel parco del palazzo reale, il Pontefice pronuncerà il primo discorso rivolgendosi alle autorità del Paese. La mattinata si concluderà con il pranzo nella residenza arcivescovile. Nel pomeriggio, Benedetto XVI si trasferirà a Glasgow per presiedere la prima messa del viaggio nel Bellahouston park.

Sarà un momento di preghiera e di spiritualità molto importante per i cattolici del Paese, anche in considerazione del fatto che proprio quel giorno ricorre la festa di san Ninian, patrono ed evangelizzatore della Scozia. A conclusione della celebrazione, dall'aeroporto internazionale di Glasgow, il Papa partirà alla volta di Londra dove giungerà in serata.

Come di consueto, lasciando il nostro Paese, il Papa ha indirizzato un telegramma al capo dello Stato Giorgio Napolitano nel quale fra l'altro si legge: ''invoco la benedizione del Signore sull'intera nazione italiana in particolare sui responsabili della cosa pubblica chiamati a servire il bene comune''.

Da parte sua il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha fatto pervenire al Pontefice "il più sincero ringraziamento'' per il messaggio ricevuto. ''Le auguro - prosegue il capo dello Stato - a nome mio personale e del popolo italiano tutto, pieno successo per questa nuova missione pastorale il cui messaggio, ne sono certo, sarà fonte di rinnovata riflessione e speranza".

La visita di Benedetto XVI nel Regno Unito, che arriva a quasi trent'anni dal precedente viaggio di Giovanni Paolo II del 1982, inizia in un clima di polemiche scatenate da alcune dichiarazioni attribuite da un giornale tedesco al card. Walter Kasper nelle quali l'alto prelato avrebbe definito il Regno Unito ''terzo mondo''. "Le dichiarazioni attribuite al card. Kasper - precisa una nota dell'ufficio comunicazioni della Conferenza episcopale di Inghilterra e Galles - non rappresentano il punto di vista del Vaticano, né quelle dei vescovi in questo Paese. Chiaramente, sono punti di vista personali di un individuo. I cattolici partecipano pienamente alla vita di questo Paese e accolgono la ricchezza delle diversità di pensiero, di cultura e di persone che è così evidente qui. Questa storica visita segna un ulteriore sviluppo delle buone relazioni tra il Regno Unito e la Santa Sede. Siamo sicuri che sarà un enorme successo".