Referendum

Blitz di Legambiente per sensibilizzare

1 Giugno Giu 2011 2030 01 giugno 2011

Attivisti a Roma con maschere antigas e tute no-nuke

  • ...
  • ...

Attivisti a Roma con maschere antigas e tute no-nuke

«Un blitz con maschere antigas, tute no-nuke, stendardi e bandiere per la vittoria dei Sì ai referendum per l'acqua pubblica e per fermare il nucleare dei prossimi 12 e 13 giugno: così i volontari di Legambiente Lazio questa mattina hanno colorato le strade della Capitale, dalla stazione Anagnina lungo la Via Tuscolana e la Via Appia, per attirare l'attenzione e sensibilizzare i passanti sui referendum». Lo rende noto Legambiente Lazio, precisando che «i cittadini hanno accolto con interesse i volontari, chiedendo materiale informativo e volantini sui tre quesiti referendari per acqua e nucleare».
«La risposta della gente entusiasmante, il nucleare si può fermare e l'acqua può restare un bene di tutti, se il 12 e 13 giugno saranno tanti i voti delle persone ai referendum - ha commentato Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio - Visto il silenzio che c'è sui grandi mezzi di informazione, su diverse reti Rai e Mediaset soprattutto, nelle prossime ore moltiplicheremo le iniziative, fondamentali per coinvolgere le persone».

«Dopo la sentenza della Corte di Cassazione sul referendum nucleare, tutti i dubbi sono stati spazzati via: se vogliamo un futuro senza nucleare e senza privatizzazioni dei beni comuni la strada da percorrere quella del voto ai referendum - afferma Cristiana Avenali, direttrice di Legambiente Lazio - il momento di chiarire le proprie posizioni, chiediamo ancora una volta alla presidente Polverini e al sindaco Alemanno di esprimere la loro posizione, con fatti concreti piuttosto che a parole, dichiarando la contrarietà al nucleare e alla privatizzazione dei beni comuni».