NUCLEARE

Voto degli italiani all’estero: Maroni deve chiarire

7 Giugno Giu 2011 1745 07 giugno 2011

Lo chiede il senatore Ceccanti (Pd) dopo la sentenza di oggi della Corte Costituzionale

  • ...
  • ...

Lo chiede il senatore Ceccanti (Pd) dopo la sentenza di oggi della Corte Costituzionale

Il senatore del Partito democratico Stefano Ceccanti ha presentato una interrogazione al ministro dell’Interno Maroni a seguito della sentenza di oggi della Corte costituzionale sul quesito referendario sul nucleare. «Chiarisca», chiede Ceccanti, «quali iniziative intenda assumere per assicurare che venga garantito il rispetto della volontà degli elettori che si è espressa su un quesito diverso ma che si presenta in chiara continuità di indirizzo con quello successivamente aggiornato». «Prima della sentenza della Consulta, erano nel frattempo iniziate le operazioni di voto per i cittadini italiani all’estero, ma sul quesito precedente», spiega Ceccanti. «Essendo ovviamente impossibile inviare all’estero nuove schede col testo aggiornato in tempo per le operazioni di voto di domenica e lunedì e non essendo palesemente praticabile nessun’altra alternativa, chiedo al ministro Maroni cosa intenda fare per assicurare che venga garantito il rispetto della volontà degli elettori che si è espressa su un quesito diverso ma che si presenta in chiara continuità di indirizzo con quello sucessivamente aggiornato. È una questione urgente che deve trovare subito un’adeguata risposta», ha concluso Ceccanti.