berlusconi

«Elezioni a febbraio, non mi ricandido»

9 Novembre Nov 2011 1035 09 novembre 2011

Così il premier a colloquio con Mario Calabresi

  • ...
  • ...

Così il premier a colloquio con Mario Calabresi

«Appena sarà approvata la legge di stabilità mi dimettero' e, siccome non ci sono altre maggioranze possibili, vedo solo le elezioni all'inizio di febbraio, elezioni a cui non mi candidero' piu'. Il candidato premier del centrodestra sarà Alfano, è accettato da tutti e sarebbe sbagliato bruciarlo adesso provando a immaginare un nuovo governo guidato da lui». Lo annuncia il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, in un colloquio con il direttore de La Stampa Mario Calabresi.

«Certo, il Capo dello Stato -aggiunge il premier- farà le consultazioni ma io non vedo maggioranze alternative possibili: da un lato io non intendo fare un governo con il Pd, non voglio certo chiudere andando con loro, dall'altro Casini ha detto chiaramente che un accordo con noi non gli interessa e allora la matematica mi dice che non ci sono altre strade. Resta solo la via maestra, quella delle elezioni».