Ambiente

Il Treno Verde torna a viaggiare

6 Marzo Mar 2012 1621 06 marzo 2012

Al via oggi e fino al 7 aprile la campagna contro l'inquinamento urbano di Legambiente

  • ...
  • ...

Al via oggi e fino al 7 aprile la campagna contro l'inquinamento urbano di Legambiente

Il 2012 è iniziato da solo due mesi, ma sono già 27 i capoluoghi italiani che hanno ormai esaurito i 35 superamenti annuali del limite medio giornaliero di emissioni (50 µg/m3) per la protezione della salute umana previsti della normativa vigente (Dm 60/2002; Dlgs. 155/2010). A guidare l’infausta classifica: Parma, Cremona e Vicenza con rispettivamente 52, 47 e 46 giorni di “malaria”. Seguono a ruota Alessandria, Brescia, Verona e Vercelli: una nuvola di smog sembra avvolgere il nord del Paese, ma anche il Centro-Sud rientra nell’elenco delle città più inquinate con Frosinone e Benevento, dove sono stati rilevati rispettivamente 44 e 38 sforamenti dei valori limite.
Ossidi di azoto, ozono troposferico, ma soprattutto Pm10 continuano a soffocare le nostre città rendendo l’aria irrespirabile e mettendo la salute dei cittadini a serio rischio.

Per monitorare, informare, sensibilizzare, educare e promuovere buone verso la sostenibilità ambientale e la qualità della vita, torna sui binari il Treno Verde 2012 di Legambiente e Ferrovie dello Stato Italiane, la grande campagna di rilevamento dell’inquinamento atmosferico e acustico nelle città italiane. Giunto alla XXIII edizione, il Treno Verde è realizzato con la partecipazione del ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Grazie al contributo di Enel Green Power – main partner della campagna – il Treno Verde porterà in giro per lo Stivale le ultime tecnologie nel campo della produzione delle energie rinnovabili, settore in cui la società è leader mondiale.

Da oggi e fino al 7 aprile si porterà a termine un completo monitoraggio scientifico per ognuna delle otto città in cui il convoglio farà tappa, realizzando un’indagine che mette a nudo il problema principale di gran parte delle nostre città: l’insostenibilità del trasporto privato su gomma e la necessità di spostare la mobilità su mezzi pubblici e su rotaie.
La presentazione dei contenuti “trasportati” a bordo del convoglio ambientalista, correlata dall’analisi dei dati aggiornati sull’inquinamento atmosferico nei principali capoluoghi italiani, ha caratterizzato la conferenza stampa tenutasi a Roma con la partecipazione del presidente nazionale di Legambiente, Vittorio Cogliati Dezza, dell’Ad di Ferrovie dello Stato Italiane, Mauro Moretti, del ministro dell’Ambiente, Corrado Clini e dell’Ad di Enel Green Power Francesco Starace.

In partenza oggi da Roma, il Treno Verde si dirigerà quindi a Potenza e Napoli, per poi ritornare a fare tappa nella capitale e proseguire ancora verso Grosseto, Genova, Milano e Venezia, concludendo il suo itinerario il 7 aprile, nella città di Ancona.

A ogni fermata il Treno Verde rileverà i dati relativi alla qualità dell’aria e dei livelli di rumore grazie al Laboratorio mobile dell’Istituto Sperimentale di Rete Ferroviaria Italiana, la società dell’infrastruttura del Gruppo Ferrovie dello Stato. Inoltre, per rendere l’analisi scientifica ancora più dettagliata, l’equipaggio del Treno Verde, con l’ausilio di attrezzature scientifiche fornite da Con.tec, effettuerà ulteriori monitoraggi sulla concentrazione delle polveri sottili anche in altre zone delle città visitate. Per completare il check–up atmosferico in aggiunta ai valori del PM10 e PM2,5, saranno raccolte informazioni sulle concentrazioni nell’aria di benzene, biossido di azoto, monossido di carbonio, biossido di zolfo e ozono.
Alla base della missione del Treno Verde 2012, che, con l’ausilio delle speciali carrozze mostra, intende diffondere tra le amministrazioni comunali ed i cittadini di ogni età un modello positivo, basato sulla possibilità di intraprendere azioni e buone pratiche che possano contribuire realmente alla trasformazione sostenibile dei nostri centri urbani ci sono anche progetti propositivi di educazione e informazione.
«Con l’edizione 2012, il Treno Verde partecipa all’anno internazionale dell’energia sostenibile per tutti promosso dall’Onu» dichiara Vittorio Cogliati Dezza. «L’adesione rientra nelle iniziative di Legambiente verso Rio + 20, un appuntamento significativo per raggiungere obiettivi di sostenibilità globale. Riteniamo che il contributo dato dalle realtà urbane sia determinante per porre in essere stili di vita e tecnologie compatibili con la tutela ambientale e con uno sviluppo economico lungimirante. Come dice il motto del Treno Verde 2012 il futuro è già qui, resta solo da lasciare spazio all’innovazione, per capire il futuro e cambiare il presente».

«Il Treno Verde, nel suo ormai tradizionale Giro d’Italia, evidenzierà anche quest’anno con dati e numeri da assoluto primato il valore ambientale del treno» dichiara Mauro Moretti. «Basti pensare che 25 milioni di viaggiatori che nel 2011 hanno scelto le Frecce Trenitalia, con una crescita del 20% rispetto all’anno precedente, hanno permesso un risparmio di 600mila tonnellate di CO2, mentre se i circa 500 milioni di pendolari (4% in più rispetto all’anno precedente) che negli ultimi 12 mesi hanno scelto i convogli del trasporto regionale viaggiando in auto produrrebbero un milione di tonnellate di CO2 in più. Far viaggiare i treni e costruire ferrovie costituisce oggi una scelta vincente e virtuosa per l’ambiente, per l’economia e per la società».

Il Treno Verde 2012 si presenta come un percorso interattivo e multimediale articolato in tre carrozze per coinvolgere i più giovani con esperimenti semplici e divertenti. Alle scolaresche, sarà riservato lo spazio mattutino, mentre nel pomeriggio, lo spazio mostra del Treno sarà a disposizione del pubblico anche per ospitare workshop e dibattiti. In particolare, il percorso mostra, ripercorre le macro aree relative ad una città ideale: “come mi muovo”, “come costruisco” e “come vivo”.

Questo il percorso del Treno Verde 2012:
Potenza - 7, 8 e 9 marzo
Napoli (Centrale) – 10, 11, 12, 13 e 14 marzo
Roma (San Pietro) – 15, 16, 17, 18, 19 marzo
Grosseto – 20, 21, 22 marzo
Genova (Porta Principe) – 23, 24, 25, 26 e 27 marzo
Milano (Porta Garibaldi) – 28, 29, 30 e 31 marzo
Venezia (Santa Lucia) – 1, 2, 3 e 4 aprile
Ancona – 5, 6 e 7 aprile