Acqua

Green Cross: occorre fare di più

22 Marzo Mar 2012 1219 22 marzo 2012

L'ong fondata da Gorbaciov impegnata in progetti internazionali per l'accesso all'acqua potabile

  • ...
  • ...

L'ong fondata da Gorbaciov impegnata in progetti internazionali per l'accesso all'acqua potabile

Nell’aderire alla Giornata mondiale dell’acqua, il World Water Day istituito dalle Nazioni Unite, Green Cross, ong fondata da Mikhail Gorbaciov, sottolinea da un lato la poco soddisfacente conclusione del recente World Water Forum di Marsiglia dall’altro rilancia le sua attività di cooperazione come il progetto “Smart water for Green Schools”. Per il presidente di Green Cross International Alexander Likhotal manca ancora un piano concreto per far fronte alla crisi idrica globale.

Secondo Elio Pacilio, presidente di Green Cross Italia, «la Giornata mondiale dell’Acqua può rappresentare una nuova opportunità per incentivare governi, amministrazioni locali, associazioni e comunità di tutto il mondo, ad agire per risolvere i problemi legati alla gestione di questa risorsa, con la speranza di ottenere risultati e provvedimenti concreti già dalla prossima Conferenza delle Nazioni Unite sullo sviluppo sostenibile (Rio +20), che si terrà in Brasile nel mese di giugno».

Ancora oggi 800 milioni di persone non hanno accesso all’acqua potabile. Ogni anno circa 1,4 milioni di bambini muoiono per malattie legate all’acqua, come la diarrea.

Green Cross è da tempo impegnata sul fronte delle risorse idriche attraverso progetti concreti che mirano ad assicurare l’accesso all’acqua potabile e ai servizi igienico-sanitari nelle comunità dei Paesi del Sud del mondo. Grazie al progetto internazionale “Smart water for Green Schools”, sono stati costruiti sistemi di approvvigionamento idrico che forniscono ogni anno acqua a oltre 40mila persone in decine di villaggi del Ghana e della Bolivia.