AGRICOLTURA SOLIDALE

Produttori e consumatori ripensano il mondo

9 Ottobre Ott 2012 1547 09 ottobre 2012

Urgenci, la rete mondiale di agricoltori e acquirenti, sbarca dal 10 al 12 ottobre 2012 a Milano per il suo convegno europeo, all’interno del festival del diritto al cibo Kuminda. L’occasione pubblica per conoscere le sue esperienze virtuose è mercoledì 10 ad Agrate Brianza.

  • ...
Agricoltura
  • ...

Urgenci, la rete mondiale di agricoltori e acquirenti, sbarca dal 10 al 12 ottobre 2012 a Milano per il suo convegno europeo, all’interno del festival del diritto al cibo Kuminda. L’occasione pubblica per conoscere le sue esperienze virtuose è mercoledì 10 ad Agrate Brianza.

Le buone prassi internazionali dell’agricoltura biologica e del corretto rapporto tra consumatori e produttori sbarcano in Italia. Più precisamente a Milano, dove da mercoledì 10 a venerdì 12 ottobre si svolge il Convegno europeo di Urgenci (Urbain-Rural: Générer des Echanges Nouveaux entre Citoyens), rete mondiale che dal 2004 raggruppa cittadini, piccoli agricoltori, consumatori e attivisti intorno a un modello economico alternativo basato sull'alleanza solidale reciproca e sulla sovranità alimentare, ancora più importante in questi tempi di crisi.

È significativo che l’incontro si tenga quest’anno in Italia, e che vi partecipino enti provenienti da mezza Europa, a partire dalle realtà italiane dei Gas (Gruppi di acquisto solidale) e dei Des (Distretti di economia solidale), dalle Amap, Associazioni francesi per la difesa di un’agricoltura contadina, e da altri esempi di Csa, Community supported agriculture, provenienti da Germania, Belgio, Austria, Repubblica Ceca, Ungheria. "Vogliamo creare una rete di persone in grado di impegnarsi per creare un network europeo”, spiega Andrea Calori, presidente di Urgenci e ricercatore presso il politecnico di Milano, “ovvero una struttura organizzativa che permetta la condivisione di esperienze, buone pratiche, saperi a livello europeo e porti la voce di milioni di consumatori e produttori sui tavoli dell'Unione Europea".

Il convegno di Urgenci affronterà di petto proprio il tema della sovranità alimentare, “per ripensare al modello con cui oggi il cibo viene prodotto, trasformato e distribuito fino ad arrivare sulle nostre tavole”. Incontri e proiezioni si susseguiranno sia all’interno dell’importante festival di Kuminda (kermesse dedicata al cibo sostenibile che si tiene fino al 15 ottobre nella cornice della Cascina Cuccagna, nella zona est del capoluogo lombardo, qui il programma), in cui l’iniziativa è simbolicamente inserita, sia in altri luoghi, come accade mercoledì 10 ottobre ad Agrate Brianza (Auditorium Rigoni Stern, inizio ore 21, organizzano il Comune e Desbri, distretto di economia solidale della Brianza): nell’occasione, alla presenza di diversi relatori del mondo dell’economia solidale tra cui Stéphanie Cabantou e Jérôme Dehondt di Amap, vengono approfondite e messe a confronto le diverse forme di partenariato tra produttori e consumatori attive sul territorio europeo, con particolare attenzione alla possibilità di replicare in Italia vicino l’esperienza delle Amap francesi, che genera un rapporto “inusuale” tra produttore e consumatore, dove il consumatore adotta e sostiene il produttore creando una sorta di rapporto fiduciario e continuativo. La partecipazione è gratuita.