Premi

ABB premia i virtuosi dell'efficienza energetica

22 Novembre Nov 2012 1635 22 novembre 2012

Assegnata oggi la quinta edizione dell'ABB Energy Efficiency Award 2012. Cinque i vincitori: Comune di Dambel, Enipower, Ghioldi, Immobiliare Porta San Lazzaro e Snaidero.

  • ...
Efficienza Energetica
  • ...

Assegnata oggi la quinta edizione dell'ABB Energy Efficiency Award 2012. Cinque i vincitori: Comune di Dambel, Enipower, Ghioldi, Immobiliare Porta San Lazzaro e Snaidero.

Sono il Comune di Dambel (TN), Enipower, Ghioldi, Immobiliare Porta San Lazzaro e Snaidero, i vincitori della quinta edizione ABB Energy Efficiency Award 2012. Premio che ABB assegna alle aziende che hanno investito in efficienza energetica ottenendo risultati concreti e misurabili, grazie all’applicazione delle soluzioni messe a disposizione da ABB, gruppo leader nelle tecnologie per l’energia e l’automazione presente in 100 paesi con circa 145mila dipendenti.

La proclamazione dei vincitori si è tenuta oggi al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo Da Vinci” di Milano. I riconoscimenti sono andati a realtà pubbliche e private molto diverse fra loro, sia per dimensioni sia per settore, a conferma della trasversalità della tematica dell’efficienza energetica e della possibilità di avere un ritorno economico significativo anche con investimenti contenuti.

Gian Francesco Imperiali, presidente di ABB Italia, ha aperto la giornata assegnando inoltre i Premi di Laurea a due giovani neo-laureati del Politecnico di Milano, che hanno elaborato le migliori tesi sul tema dell’efficienza energetica: una concentrata sulle soluzioni con elevato contenuto tecnologico (“Boosting hydrocarbon production through energy efficiency improvement”, di Anna Realini), l’altra sulle forti potenzialità di risparmio economico (“Studio di un reattore a membrana applicato a sistemi micro-cogenerativi basati su celle a combustibile”, di Stefano Dell’Oro).

«In un momento di crisi come questo, segnato dalla forte difficoltà delle aziende private e pubbliche a reperire le risorse per investire sul futuro, gli interventi mirati all’efficienza energetica sono sempre possibili, anzi indispensabili» ha dichiarato Gian Francesco Imperiali. Il presidente di ABB Italia ha altresì osservato che «visti i ridotti tempi di ritorno degli investimenti, questi miglioramenti hanno costi contenuti e rafforzano la competitività e la sostenibilità sul lungo periodo. Sono sempre più convinto che il tema dell’efficienza energetica richieda un cambiamento culturale profondo nel nostro sistema Paese».

«La varietà delle soluzioni premiate è per noi motivo di orgoglio particolare» ha dichiarato Flavio Beretta, responsabile del Team Energy Efficiency di ABB Italia. «Dimostra infatti la capacità di ABB di essere a fianco di clienti grandi e piccoli, attivi in una grande varietà di settori, con risposte per le più diverse esigenze che sono sempre adeguate e allo stato dell’arte».

Nell’albo d’oro sono ormai venti le aziende premiate. Questi i vincitori 2012
Comune di Dambel. Ha realizzato un edificio polifunzionale nel quale sono state adottate avanzate soluzioni per la riduzione dell’impatto ambientale e dei consumi. Spicca, fra queste, il sistema di building automation a standard KNX realizzato con componenti ABB che, attraverso vari automatismi, gestisce l’illuminazione interna ed esterna.
L’illuminazione regolata in funzione dell’orario e delle condizioni effettive di luminosità riduce in media i consumi del 40%. Nel complesso, la soluzione domotica assicura un risparmio annuo di oltre 20mila euro e il ritorno dell’investimento è stato calcolato in un anno e mezzo.

Enipower. Nella centrale termoelettrica Enipower di Ferrera Erbognone (Pavia), la divisione Power Systems di ABB ha installato un sistema di monitoraggio e controllo delle prestazioni che permette di ottimizzare le prestazioni dell’impianto. Denominato PGMSII, è costituito da un software e un hardware dedicato.
Il PGMSII permette la riduzione dei consumi di gas naturale tramite la regolazione della pressione di scarico al condensatore ad aria nel ciclo termico. La riduzione è stata quantificata in oltre 4 milioni di metri cubi di gas all’anno, pari a 3.547 TEP/anno e a minori emissioni di CO2 per 8.500 tonnellate/anno.

Ghioldi, azienda attiva nel settore tessile ad Appiano Gentile (Como) stampa tessuti e maglieria destinati a un mercato globale di fascia alta. Per il triennio 2012-2014, l’azienda ha avviato un impegnativo programma di rinnovamento degli impianti. Il 6% circa del fatturato è investito annualmente in macchinari e tecnologie in grado di ridurre i costi, ridurre gli impatti, aumentare la produttività e sostenere nuove modalità produttive. Il ritorno dell’investimento è stato quantificato in un anno e mezzo circa. Altri vantaggi deriveranno dalle ridotte esigenze di manutenzione legate alle minori sollecitazioni meccaniche cui sono sottoposti i motori sotto inverter.

Immobiliare Porta San Lazzaro. Inaugurata nell’aprile del 2011, la Galleria Porta San Lazzaro sorge a Piacenza sulla via Emilia: la struttura rivestita da vetrate ospita un centro commerciale con attività specializzate, negozi di vicinato, aree ristorazione, centro fitness, ludoteca e parcheggi. Orion Italia ha progettato e messo in servizio la parte impiantistica, adottando un sistema di building automation a standard KNX basato su componenti ABB.
La riduzione totale dei consumi energetici rispetto a una soluzione tradizionale è stata calcolata nell’ordine del 14%. In totale si parla di oltre 36 mila kWh risparmiati all’anno, pari a 26,71 TEP/anno e a minori emissioni di CO2 per 62 tonnellate/anno. Il pay-back dell’investimento è di poco inferiore ai due anni.

Snaidero. Nello stabilimento di Majano (Udine) è stato di recente portato a termine un intervento migliorativo con l’impiego di apparecchiature ABB. Questo primo progetto focalizzato sull’efficienza energetica è coerente con le politiche di sostenibilità di un’azienda che da quasi settant’anni produce cucine nel rispetto dell’ambiente.
Complessivamente, la riduzione dei consumi di energia elettrica è stata quantificata in circa 190mila kWh all’anno, pari a 32 TEP/anno e a minori emissioni di CO2 per 73 tonnellate/anno. In termini economici il risparmio è di oltre 24mila euro all’anno con un pay-back dell’investimento di poco superiore ai quindici mesi.