No Slot

Anche il sindaco di Voghera firma il Manifesto

10 Dicembre Dic 2012 1257 10 dicembre 2012

Carlo Barbieri ha aderito alla proposta di vita contro le macchinette

  • ...
Firma Convenzione
  • ...

Carlo Barbieri ha aderito alla proposta di vita contro le macchinette

Anche Carlo Barbieri, sindaco di Voghera, ha firmato il “Manifesto No Slot” lanciato da Vita e dalla Casa del Giovane di Pavia. (Nella foto di copertina il momento della firma). Un'adesione che si aggiunge alle già tante proveniente da enti locali e territorio.

Il primo cittadino di Voghera infatti è solo l'ultimo di un elenco sempre più folto di sindaci, governatori e realtà locali che hanno deciso di dichiarare guerra all'azzardo.

Tra gli altri hanno sposato la causa Roberto Cota, governatore Regione Piemonte, Alessandro Cattaneo, sindaco di Pavia, Graziano Delrio, sindaco di reggio Emilia e presidente Anci, Rosario Crocetta, governatore Regione Sicilia, Mauro Randi, assessore alle Politiche sociali del Comune di Bolazano, il Consiglio Comunale di Verona, Achille Variati, sindaco di Vicenza, Marco Zacchera sindaco di Verbania e Giovanni Ghislandi, sindaco di Imbersago.

Con il Manifesto è nato un vero movimento, che si sta allargando a macchia d’olio. Coinvolge associazioni, parrocchie, famiglie, e anche sempre più sindaci e amministratori pubblici. «Il gioco» recita il testo del Manifesto, «è attività per definizione libera, ma regolata. Il rispetto di norme puramente procedurali e formali, pur mantenendosi nella lettera della legge, ne contraddice lo spirito. Dobbiamo intervenire affinché non sia più possibile alzare la bandiera bianca dell’indifferenza dinanzi a un fenomeno che rischia di erodere i più elementari legami di comunità: fiducia, solidarietà, rispetto».

Sono già più di 3mila le firme raccolte, ma ora con il lancio del sito No slot online dagli inizi di dicembre, la raccolta delle firme sarà semplificata. Sul sito sarà possibile anche seguire l’agenda dei sempre più numerosi incontri pubblici per mobilitare i cittadini su questa emergenza che colpisce soprattutto i ragazzi e scaricare adesivi e materiali per la raccolta firme.