dipendenze

Nasce l'Osservatorio sui rischi del gioco

3 Aprile Apr 2013 1916 03 aprile 2013

Istituito l'Osservatorio previsto dal decreto Balduzzi. È guidato da Luigi Magistro con il supporto di Giovanni Serpelloni. Mancano ancora i nomi scelti dalle associazioni

  • ...
  • ...

Istituito l'Osservatorio previsto dal decreto Balduzzi. È guidato da Luigi Magistro con il supporto di Giovanni Serpelloni. Mancano ancora i nomi scelti dalle associazioni

È nato l’Osservatorio sui rischi di dipendenza da gioco dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, previsto dal decreto Balduzzi. L’Osservatorio mira a valutare le misure più efficaci per contrastare la diffusione del gioco d'azzardo patologico e il fenomeno della dipendenza grave (in allegato il decreto).
L’Osservatorio, che non prevede maggiori oneri a carico del bilancio pubblico, è presieduto dal Vicedirettore dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, Luigi Magistro, con il supporto per il coordinamento tecnico scientifico del Capo Dipartimento delle Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Giovanni Serpelloni, in rappresentanza anche del Ministero dell’Economia.
Inoltre, l’organismo è composto da esperti individuati dai Ministeri della Salute, dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, dello Sviluppo Economico, nonché da esponenti delle associazioni rappresentative delle famiglie e dei giovani e da rappresentanti dei Comuni. Nell’Osservatorio siedono dunque: Giuseppe Ruocco; Rossana Ugenti; Vincenzo Maria Di Maro; Stefano Campioni; Lamberto Baccini; Giovanna Boda; Alessandro Vienna. La composizione dell’Osservatorio verrà integrata con i nominativi degli esponenti delle associazioni rappresentative delle famiglie e dei giovani. I componenti non percepiranno nemmeno un rimborso spese.

Contestualmente, l’Agenzia e il DPA per rendere ancora più efficace e mirata l'azione futura dell’Osservatorio, hanno sottoscritto un accordo di collaborazione per l’istituzione di un Comitato consultivo di supporto, coordinato dal Dipartimento, che sarà composto dalle rappresentanze nazionali dei consumatori, dai più rappresentativi gruppi associativi di area specifica, dai rappresentanti delle Regioni e delle Province Autonome e dai concessionari di gioco, e finalizzato al coinvolgimento attivo e partecipato della società civile nella definizione e analisi delle misure più idonee per contrastare il gioco patologico.

Per Luigi Magistro «l’istituzione dell’Osservatorio rappresenta il primo importante passo che consentirà alle istituzioni e alle organizzazioni nazionali competenti coinvolte di fornire una risposta concreta all’emergenza di un fenomeno rilevante nel contesto sociale del nostro Paese, canalizzandolo all’interno di un percorso virtuoso e di tutela dei soggetti più a rischio. Solo conoscendo e affrontando questo problema anche dal punto di vista tecnico scientifico saremo in grado di ricondurlo nelle sue reali dimensioni e quindi di combatterlo e prevenirlo con efficacia».