5 per mille

Via alle iscrizioni per la ricerca sanitaria

5 Aprile Apr 2013 2127 05 aprile 2013

Pubblicate oggi le istruzioni per iscriversi nell'elenco degli enti che fanno capo al dicastero della Salute. Il termine è il 30 aprile, ma la procedura riguarda soltanto i nuovi iscritti. Gli altri verranno riammessi di diritto

  • ...
Bambino Ospedale 296
  • ...

Pubblicate oggi le istruzioni per iscriversi nell'elenco degli enti che fanno capo al dicastero della Salute. Il termine è il 30 aprile, ma la procedura riguarda soltanto i nuovi iscritti. Gli altri verranno riammessi di diritto

Il ministero della Salute ha pubblicato oggi le modalità di iscrizione agli elenchi dei beneficiari del 5 per mille per quanto di sua competenza, ovvero per gli enti della ricerca sanitaria. La prima cosa da sapere è che l'avviso riguarda soltanto i "nuovi iscritti", dal momento che i soggetti già inclusi nell’elenco dei destinatari 2012 non dovranno presentare alcuna domanda, in quanto già iscritti di diritto.

Per gli altri, la scadenza per la presentazione della domanda è piuttosto vicina, visto che è stata fissata al 30 aprile. I requisiti richiesti e le modalità di inclusione negli elenchi sono specificati alla pagina Enti beneficiari, e sono i seguenti: possono accedere al 5 per mille gli enti destinatari dei finanziamenti pubblici riservati alla ricerca sanitaria (articoli 12 e 12-bis del Dlgs 30 dicembre 1992, n. 502 e successive modificazioni); le fondazioni o enti istituiti per legge e vigilati dal Ministero della Salute; le associazioni senza fini di lucro e le fondazioni che svolgono attività di ricerca traslazionale, in collaborazione con gli enti sopracitati e che contribuiscano con proprie risorse finanziarie, umane e strumentali, ai programmi di ricerca sanitaria determinati dal Ministero della salute.

Mentre gli enti dei primi due tipi, vigilati e finanziati dal Ministero della Salute, sono iscritti di diritto, le associazioni e le fondazioni diverse da questi devono tassativamente svolgere una attività di ricerca traslazionale in proprio (cioè che ha ricadute sulle strutture del Sistema Sanitario Nazionale); aver erogato contributi per lo svolgimento dell’attività di ricerca commissionata al di fuori delle strutture dell’ente; avere a disposizione strutture per la propria attività di ricerca (cioè avere in pianta organica ricercatori e laboratori adibiti esclusivamente alla ricerca); svolgere l’attività di ricerca in collaborazione con gli enti che possono vantare l’iscrizione ex lege; svolgere progetti conformi ai programmi di ricerca sanitaria determinati dal Ministero della Salute.

I nuovi soggetti che intendono beneficiare del 5 per mille devono quindi far pervenire entro il 30 aprile 2013 una apposita domanda al Ministero della Salute via posta o tramite posta certificata allegando anche una dichiarazione "che evidenzi l’attività di ricerca sanitaria svolta, i contributi erogati, le proprie strutture di ricerca utilizzate, per la realizzazione dei programmi di ricerca approvati dal Ministero della Salute".

Per tutti gli altri dettagli consultare l'apposita sezione del sito del Minisero della Salute