Gmg Rio 2013

Papa Francesco vola in Brasile. Tra i poveri, senza auto blindata

22 Luglio Lug 2013 1414 22 luglio 2013

Al via il primo viaggio internazionale di Papa Francesco. Da Fiumicino si è imbarcato su un volo diretto a Rio de Janeiro, a salutarlo il premier Enrico Letta. Eccezionali misure di sicurezza in Brasile dove è atteso stasera alle 22

  • ...
  • ...

Al via il primo viaggio internazionale di Papa Francesco. Da Fiumicino si è imbarcato su un volo diretto a Rio de Janeiro, a salutarlo il premier Enrico Letta. Eccezionali misure di sicurezza in Brasile dove è atteso stasera alle 22

«Carissimi ragazzi; so che tanti di voi sono ancora in viaggio verso Rio. Che il Signore vi accompagni lungo la strada». Così con il tweet postato sull'account @Pontifex, Papa Francesco ha augurato buon viaggio ai giovani che da ogni parte del mondo si stanno recando a Rio de Janeiro per l'ormai imminente giornata mondiale della gioventù. E oggi lo stesso Bergoglio si è messo in viaggio.

Papa Francesco parte per il Brasile
Al via il primo viaggio internazionale di Papa Francesco. Da Fiumicino si è imbarcato su un volo diretto a Rio de Janeiro dove arriverà alle 22 di stasera. All'aeroporto a salutare il Pontefice c'era anche il premier Enrico Letta.

Il messaggio a Napolitano
Prima della partenza il Papa ha anche inviato un telegramma al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. «Nel momento in cui mi accingo a partire per il Brasile, in occasione della Giornata Mondiale della Gioventù per incontrare i giovani provenienti da tutto il mondo e incoraggiarli ad essere testimoni di speranza e artefici di pace, mi è gradito rivolgere a lei, signor presidente e a tutti gli italiani, il mio cordiale saluto che accompagno con i più fervidi auspici di serenità e di fiducia nel futuro». A stretto giro di posta è giunta la risposta dal Quirinale. «Santità, desidero farle pervenire il mio più sincero ringraziamento per il saluto che ha voluto indirizzare a me e all'Italia nel momento in cui si accinge a partire per il viaggio apostolico in Brasile per le celebrazioni della Giornata Mondiale della Gioventù. In un periodo di fragilità culturale e materiale per tanti giovani, grande è l'attesa per un messaggio di coraggio e di speranza. La Giornata Mondiale della Gioventù costituisce, per ragazzi e ragazze provenienti da ogni parte del mondo, l'occasione di confrontarsi per progredire attraverso il dialogo fra culture e tradizioni diverse. Il rinnovato slancio con cui la sua guida pastorale potrà ispirare la mente e il cuore dei tanti partecipanti costituirà, ne sono certo, un deciso richiamo ad affrontare in spirito di unità, apertura ed entusiasmo le importanti sfide della società contemporanea. Mi è gradita l'occasione per rinnovarle i sensi della mia profonda stima e considerazione».

Poco dopo un nuovo tweet
«Sto arrivando in Brasile fra qualche ora e il mio cuore è già pieno di gioia perché presto sarò con voi a celebrare la 28esima Gmg». Lo ha scritto Papa Francesco in un messaggio su Twitter poco dopo la sua partenza per Rio de Janeiro avvenuta lunedì mattina dallo scalo romano di Fiumicino. «Ti aspettiamo a braccia aperte» gli hanno risposto sempre in un tweet i giovani dell'organizzazione della Giornata Mondiale della Gioventù. «Buon viaggio Santo Padre - scrivono - ti aspettiamo a braccia aperte come il Cristo Redentore».

A Rio già pronta la papamobile
Per muoversi tra la folla Bergoglio ha fatto preparare l'auto che ha già usato in San Pietro. Il fuoristrada senza protezioni csu cui venne colpito, il 13 maggio 1981, Papa Giovanni Paolo II dai col0i di pistola di Mehmet Ali Ağca. Papa Francesco continua dunque nella scelta di non frapporre tra se e i fedeli alcun tipo di barriera e ostacolo.