la petizione di vita

Mancano 70mila euro ai bambini di Haiti e Mali

8 Ottobre Ott 2013 1016 08 ottobre 2013

La Fondazione Terre des hommes avrebbe utilizzato i fondi del 5 per mille per costruire un asilo nell'isola caraibica e nutrire i piccoli rifugiati del Mali in Mauritania. Invece ha dovuto dire addio ai finanziamenti per colpa dello "scippo" di Stato. "Giusta la vostra petizione", dichiara il segretario Donatella Vergari

  • ...
Sappiatelo 457
  • ...

La Fondazione Terre des hommes avrebbe utilizzato i fondi del 5 per mille per costruire un asilo nell'isola caraibica e nutrire i piccoli rifugiati del Mali in Mauritania. Invece ha dovuto dire addio ai finanziamenti per colpa dello "scippo" di Stato. "Giusta la vostra petizione", dichiara il segretario Donatella Vergari

Sono quasi 70mila euro (per la precisione 69.054,74) i fondi che la Fondazione Terre des hommes avrebbe dovuto ricevere grazie alla generosità degli italiani nelle edizioni 2010 e 2011 del 5 per mille, e che invece la ong non vedrà mai. Colpa dello "scippo" operato dallo Stato che ha imposto un tetto alla raccolta e quindi incamera indebitamente finanziamenti destinati al non profit. "Diamo il nostro convinto sostegno alla petizione di Vita perché venga eliminato il limite alla raccolta del 5 per mille", dichiara il Segretario generale di Terre des Hommes, Donatella Vergari. Che spiega anche nel dettaglio come avrebbe utilizzato i fondi: "Se avessimo ricevuto i € 32.495,85 del 2010 avremmo potuto utilizzare questi fondi per la ricostruzione di un asilo per 150 bambini ad Haiti dopo il terremoto", dice il Segretario generale, "mentre i 36.558,89 euro del 2011 li avremmo potuti destinare alla realizzazione di un centro d’alimentazione comunitaria in Mauritania e la fornitura di alimenti per 3 mesi per 200 bambini malnutriti moderati e a rischio di malnutrizione acuta, sia locali che rifugiati maliani".
La Fondazione Terre des homnes ha infatti come sua mission la protezione dei bambini dagli abusi e da ogni tipo di violenza, dalla strada e dallo sfruttamento economico e sessuale. Inoltre si batte per il diritto all’istruzione e all’educazione, il diritto alla salute e il sostegno ai bambini disabili, per l’accesso all’acqua e una particolare attenzione al diritto di ogni donna di portare a termine, in modo sicuro, la sua gravidanza. Infine la Fondazione sensibilizza l’opinione pubblica italiana e internazionale con campagne come “Giù le mani dai bambini”, “Please Disturb”, “Stop Child Trafficking” e “IO Proteggo i bambini”. Nel corso di un anno, Terre des hommes beneficia direttamente oltre 400mila bambini e adulti, raggiunge indirettamente oltre 2 milioni di persone e sostiene a distanza 20mila bambini in tutto il mondo.
Per aderire alla petizione di Vita contro lo scippo del 5 per mille clicca qui.