Focsiv

Gianfranco Cattai confermato alla presidenza

9 Dicembre Dic 2013 1848 09 dicembre 2013

Secondo mandato per Cattai alla presidenza Focsiv, confermata alla vicepresidenza Nives Ceppa De Grassi. L'assemblea della Federazione ha votato anche il nuovo consiglio che ha confermato la fiducia al direttore Attilio Ascani

  • ...
Foto Cattai
  • ...

Secondo mandato per Cattai alla presidenza Focsiv, confermata alla vicepresidenza Nives Ceppa De Grassi. L'assemblea della Federazione ha votato anche il nuovo consiglio che ha confermato la fiducia al direttore Attilio Ascani

Secondo mandato per Gianfranco Cattai alla presidenza della Focsiv (Federazione organismi cristiani servizio internazionale volontario). Lo annuncia la Federazione all’indomani dell’assemblea del 7 e 8 dicembre. Alla vicepresidenza è stata confermata Nives Ceppa De Grassi.
L’assemblea riunita dei 70 soci ha votato anche il nuovo Consiglio della Federazione che risulta composto da: Angelo Colombo (Aspem), Paolo Daghero (Engim), Anna Maria Donnarumma (PRO.DO.C.S.), Piera Gioda (Cisv), Mario Lonardi (Progetto Mondo MLAL), Andrea Milesi (Celim Bergamo), Nino Santomartino (C.P.S.).

Il Consiglio, che si è riunito immediatamente, ha nominato il direttore confermando la fiducia ad Attilio Ascani, già direttore Focsiv dal 2011.


«Ho accettato con molta convinzione il rinnovo dell’incarico nella prospettiva di rafforzare il sistema Focsiv che attinge la sua energia dalla forza delle idee e delle esperienze, dall’adesione ideale ad un condiviso progetto culturale», ha dichiarato Cattai. «Il sistema Focsiv è un modo di stare insieme nella complessità dello scenario attuale contribuendo ciascuna realtà al bene comune in modo propositivo e positivo».

Gianfranco Cattai è anche membro del Coordinamento nazionale del Forum del Terzo Settore e coordinatore della Consulta degli Affari Europei e Internazionali del Forum stesso, membro del consiglio nazionale dell’Istituto Italiano della Donazione e del consiglio nazionale della Fondazione Missio oltre che direttore del Cicsene (ente di cooperazione e sviluppo locale) dal 1986.