Annuario

"Io? Lavoro nel bio", 360 pagine da leggere a Tutto Bio

11 Febbraio Feb 2014 1352 11 febbraio 2014

Ventesima edizione dell'annuario del biologico, edito da Egaf Edizioni. Tema dell'anno "Io? Lavoro nel bio". Non mancano storie esemplari di giovani accanto alle statistiche, ai dati e ai numeri che sottolineano la crescita del settore

  • ...
Immagine 254
  • ...

Ventesima edizione dell'annuario del biologico, edito da Egaf Edizioni. Tema dell'anno "Io? Lavoro nel bio". Non mancano storie esemplari di giovani accanto alle statistiche, ai dati e ai numeri che sottolineano la crescita del settore

Venti storie per i venti anni di Tutto Bio 2014, l’annuario del biologico che giunto quest’anno alla ventesima edizione. Venti giovani che lavorano nel biologico e che sono il paradigma dei cambiamenti degli ultimi vent’anni di biologico in Italia nel rapporto Bio Bank 2014.

Nelle 360 pagine dell’edizione 2014, curata da Achille Mingozzi e Rosa Maria Bertino (Bio Bank by Egaf Edizioni, 16 euro), che quest’anno ha scelto il tema “Io? Lavoro nel bio” si possono trovare il censimento, i dati, le statistiche e i trend di Bio Bank. Il volume si apre con le venti esperienze di giovani che rappresentano il multiforme mondo del biologico e le migliaia di giovani che vi lavorano e che hanno avuto il coraggio di scegliere e la capacità di innovare.

Un settore in crescita quello che emerge con un trend positivo che è passato dalla prima edizione del 1994 in cui Tutto Bio censiva 1.200 operatori agli attuali 10.600. Centinaia, migliaia di operatori sono entrati in questo mondo. Solo negli ultimi dieci anni la crescita si misura con percentuali a tre cifre. Nelle otto tipologie questo l’andamento registrato:
Aziende con vendita diretta +240% ·(da 1.184 nel 2004 a 2.837 nel 2013);
e-commerce +223% (da 66 a 147);
mercatini +133% (da 174 a 231);
Gas - Gruppi d’acquisto solidale +608% (da 146 a 887);
negozi +124% (da 1.030 a 1.277);
agriturismi +203% (da 772 a 1.567)
ristoranti +192% (da 182 a 350)
mense scolastiche +203% (da 608 a 1.236).

Sette le sezioni del volume in cui vengono organizzati i dati: Introduzione: 36 fiere - 144 associazioni; Vendita diretta: 25 gruppi d’offerta - 2.287 aziende - 147 e-commerce - 231 mercatini - 887 gruppi d’acquisto; Punti vendita: 1.277 negozi - 14 supermercati - 63 e-commerce; Fuori casa: 1.567 agriturismi - 350 ristoranti; Alimenti: 13 organismi di controllo - 70 aziende che presentano i loro prodotti - 106 aziende equosolidali; Cosmesi e detergenza: 10 organismi di controllo - 215 aziende - 49 profumerie - 70 e-commerce; Infanzia: 13 aziende di ristorazione - 1.236 mense scolastiche - 619 fattorie didattiche.
Per la prima volta sono stati censiti da Bio Bank i siti di e-commerce e di cosmesi biologica e naturale e le bioprofumerie.

All’interno del volume è contenuta la Bio Card, utile strumento per ottenere lo sconto del 10% nei 716 operatori convenzionati (agriturismi, ristoranti, aziende con vendita diretta e negozi)
Le banche dati oltre che nel volume possono essere consultate anche online al portale biobank.it dove si possono scoprire le migliaia di volti di questo mondo, navigando tra aziende, prodotti, appuntamenti e statistiche. La stessa guida cartacea è interattiva, grazie ai QR Code che rimandano a maggiori contenuti online. E non manca l’invito ai like sulla pagina Biobank di Fb.

Nell’editoriale di presentazione “La terra, il cibo, i giovani: il lavoro che c’è”, Fabio Gavelli sottolinea «I lavoratori del biologico oggi non sono soli, come poteva accadere ai pionieri di trent’anni fa. Sia che facciano parte di reti con forti aspirazione sociali, come Libera, sia che riprogettino l’attività aziendale di famiglia o che tentino approcci radicalmente nuovi, entrano a far parte di circuiti, di arcipelaghi che comunicano sempre più fra di loro»

L'annuario del biologico è acquistabile in libreria (Feltrinelli, Libererie.coop, Librerie IBS.i Bookshop) nei negozi di alimenti biologici, online o direttamente da Egaf Edizioni (gruppo@egaf.it) e nel portale biobank.it