Vita Platform

Ruanda 1994: per non dimenticare

3 Aprile Apr 2014 1648 03 aprile 2014

Sabato 5 aprile ore 10.00 a Lodi un convegno per ricordare il genocidio ruandese

  • ...
  • ...

Sabato 5 aprile ore 10.00 a Lodi un convegno per ricordare il genocidio ruandese

Ruanda 1994: per non dimenticare

Sabato 5 aprile ore 10.00 a Lodi
un convegno per ricordare il genocidio ruandese

Sono passati esattamente vent'anni dalla guerra civile ruandese che degenerò in genocidio, causando un milione di morti nella primavera del 1994: uno dei più sanguinosi capitoli della storia contemporanea, un calcolato massacro di innocenti, un episodio di sistematica violazione di diritti umani che molti sembrano aver a lungo non riconosciuto come tale.

Nell’occasione del ventennale, MLFM organizza un momento informativo e di sensibilizzazione, per ricordare alla cittadinanza quello che successe in soli cento giorni, tra violenze e soprusi che provocarono un milione di morti e migliaia di vittime che soffrono ancora oggi: feriti ed invalidi, orfani e vedove, individui in riabilitazione, con disagio psichico o profondamente segnati da traumi legati all’esperienza del genocidio.

MLFM è l’unica ONG del Lodigiano riconosciuta dal Ministero Affari Esteri; è presente nel Paese delle 1000 colline dal 1987, quando partì il primo progetto idrico nel comune di Humure, un acquedotto che ancora oggi porta acqua potabile all’intera vallata e che continuò ad erogare oro blu anche negli anni difficili del genocidio. In Ruanda, in questi anni, MLFM ha dotato alcuni villaggi di corrente elettrica, ha istituto laboratori informatici per la lotta al digital divide, ancora oggi – nel 50esimo anno di attività- sostiene due centri di accoglienza (un orfanotrofio e un centro per disabili) e prosegue nell’intento di portare di acqua pulita alla popolazione ruandese.

Come operatore di cooperazione internazionale, MLFM crede sia doveroso riportare alla memoria i tristi episodi del 1994, proponendo testimonianze dirette e riflessioni sull'accaduto.

L'appuntamento è per SABATO 5 aprile, ore 10.00
presso la Sala Antonella Granata in via Solferino, 72 a Lodi

con:

LUCIANO SCALETTARI, giornalista di Famiglia Cristiana e autore del libro "La lista del console. Ruanda: 100 giorni un milione di morti", la vera storia di Pierantonio Costa, ex console italiano in Ruanda, che in quei giorni salvò migliaia di vite umane. Un racconto di dolore e morte, ma anche un forte messaggio di coraggio, solidarietà ed altruismo.

GIORGIO FORNONI, video-giornalista di Report, autore di molteplici inchieste sul continente africano e sulle guerre lontane dimenticate, i conflitti di cui quasi nessuno parla perché “non fanno notizia”.

OMAR FIORDALISIO, referente MLFM in Ruanda, porterà la sua testimonianza di espatriato, raccontando cosa è rimasto oggi in Ruanda di quei giorni bui e delle azioni intraprese a livello nazionale per la memoria collettiva.

Modera l’incontro CHRISTIANA RUGGERI, giornalista TG2 e inviata Paesi in Via di Sviluppo.

L’incontro è ad accesso libero.
Con il Patrocinio di: Provincia di Lodi e Comune di Lodi.

Qui l’evento su Facebook

Qui il volantino