Europa

Dalle Ong congratulazioni alla Mogherini e un auspicio di pace

2 Settembre Set 2014 1748 02 settembre 2014

L'ex ministro degli esteri italiano Federica Mogherini è il nuovo Alto Commissario PESC della UE. Per l'Associazione delle organizzazioni italiane di cooperazione e solidarietà internazionale si tratta di «un’occasione per rilanciare il ruolo dell’Italia e dell’Europa nel mondo e che la impegna a svolgere un compito centrale per la pace». Intanto però la crisi di Kiev vede una drammatica accelerazione

  • ...
Sr Federica Mogherini 1
  • ...

L'ex ministro degli esteri italiano Federica Mogherini è il nuovo Alto Commissario PESC della UE. Per l'Associazione delle organizzazioni italiane di cooperazione e solidarietà internazionale si tratta di «un’occasione per rilanciare il ruolo dell’Italia e dell’Europa nel mondo e che la impegna a svolgere un compito centrale per la pace». Intanto però la crisi di Kiev vede una drammatica accelerazione

Congratulazioni al Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Federica Mogherini per la nomina ad Alto Commissario per la Politica Estera e di Sicurezza Comune dell'Unione Europea.

In attesa dell'investitura politica definitiva da parte del Parlamento europeo entro l'autunno, l'AOI (Associazione delle organizzazioni italiane di cooperazione e solidarietà internazionale) esprime il suo apprezzamento per questa scelta politica, che impegna l'Italia a svolgere un compito centrale per la pace, l'affermazione e la tutela dei diritti, la giustizia globale e la cooperazione solidale fattiva fra Stati e popoli.

Ma proprio in queste ore il muro contro muro tra l'Occidente la Russia di Putin ha subito una nuova escalation. E proprio Mogherini ha sottolineato davanti alla Commissione Esteri del Parlamento europeo che «non esiste più un partenariato strategico, per scelta di Mosca». E che già da domani «la commissione preparerà il pacchetto» delle nuove sanzioni europee per la Russia. «La decisione si prenderà venerdì».

Tante le aspettative anche sul fronte interno, in particolare sul tema profughi: «Su questi scenari di crisi ed emergenze le Ong dell'AOI ,impegnate nei prossimi giorni di dibattito e iniziativa politica promossi dal Comitato 3 ottobre, sono certe di incontrare a Lampedusa il Ministro Mogherini, anche in veste di Lady Pesc, nel primo anniversario del tragico naufragio, per avviare un confronto diretto sulla coerenza delle politiche europee rispetto ai temi della pace, dei diritti umani, della cooperazione internazionale e dell'accoglienza umanitaria» ha dichiarato Silvia Stilli, portavoce AOI. «Il dialogo con Federica Mogherini non è mai mancato. Abbiamo apprezzato le sue dichiarazioni dopo l'ufficializzazione del nuovo incarico, che fanno riferimento ad un rapporto diretto con le cittadine e i cittadini dell'Europa. Le organizzazioni solidali italiane avranno cura di mantenere viva l'interlocuzione con l'Alto Commissario Pesc, per rafforzarne il ruolo e pretendere che questo riconoscimento, ottenuto dall'Italia tutta, si traduca in scelte politiche coerenti con la vocazione di accoglienza e cooperazione del nostro vero DNA. A partire dal semestre di Presidenza dell'UE in corso».