Fondazione Exodus

Exodus - Nomadi Live è Tremenda voglia di musica

3 Ottobre Ott 2014 1411 03 ottobre 2014

Grande festa per i 30 anni di Exodus in piazza Duomo a Milano. Sabato 4 ottobre concerto dei Nomadi con l'Orchestra Filarmonica italiana e tanti altri artisti italiani.

  • ...
Exodus Concerto
  • ...

Grande festa per i 30 anni di Exodus in piazza Duomo a Milano. Sabato 4 ottobre concerto dei Nomadi con l'Orchestra Filarmonica italiana e tanti altri artisti italiani.

Ci volevano i 30 anni di Fondazione Exodus per portare i Nomadi in piazza Duomo a Milano per la prima volta. Perché saranno proprio loro, con altri artisti tra cui Luca Carboni, Nek, Francesco Renga e Annalisa a salire sul palco, sabato 4 ottobre, per un concerto gratuito che festeggerà i tre decenni di attività della realtà fondata nel 1984 al Parco Lambro di Milano da don Antonio Mazzi .
Un evento dal suggestivo titolo “Exodus Nomadi Live – Tremenda voglia di musica” che il sindaco Giuliano Pisapia, nel corso della presentazione ufficiale dell’evento a Palazzo Marino, ha definito «un bel regalo che una grande associazione fa a Milano». Il primo cittadino ha anche osservato che «la vita di don Antonio Mazzi e dei suoi ragazzi dimostra che la prima rivoluzione è cambiare se stessi in un percorso condiviso. Dobbiamo dire grazie a Exodus e a don Antonio per la sua azione che è anche una provocazione per guardare al futuro» .

A Palazzo Marino, un momento della presentazione del concerto dei Nomandi per i 30 anni di Exodus - Credits photo: Comune di Milano


«Tutti conosciamo don Antonio, il suo impegno, la sua passione per la città, per la società civile, per le istituzioni. Un interesse che don Antonio ha sempre manifestato su tanti temi, non solo quelli legati alla droga, ma anche alla famiglia, alla politica, all’ambiente», ha concluso Pisapia. «Il concerto di sabato con i Nomadi sarà una bellissima occasione per tutti noi milanesi e non di testimoniare l’affetto e la gratitudine per il suo lavoro e la sua testimonianza quotidiana di amore e di solidarietà».
Con i Nomadi che festeggiano i loro 50+1 di attività si esibirà anche l’Orchestra filarmonica italiana diretta dal maestro Bruno Santori e tutto il concerto sarà in diretta su Rtl 102,5. Una diretta che partirà due ore prima del concerto le cui prime note prenderanno il via alle ore 21. «Via radio e tv seguiremo l’evento di piazza Duomo, a partire dalle ore 19. Sabato sarà una sorta di Exodus Day», ha detto Luigi Tornari, direttore responsabile di Rtl 102,5. «Dalla mattina alla sera avremo diversi collegamenti dalla sede Exodus di Sirmione con i ragazzi della comunità, e da piazza Duomo fino alla sera. Una festa nella festa per sancire questo legame di amicizia».

«Quando ci siamo chiesti dove facciamo i 30 anni, la piazza ci è sembrato il luogo ideale. Così passiamo dalla tragedia di Parco Lambro a piazza del Duomo» ha detto don Antonio Mazzi nel corso della presentazione del concerto di sabato 4 ottobre. Don Mazzi ha sottolineato il valore della musica, dal momento che anche con essa si possono inviare messaggi importanti e poi, ha ricordato «chi canta prega due volte».
Il concerto evento deve essere anche un’occasione «per inviare da piazza Duomo un messaggio di prevenzione. Milano può essere un faro per la scuola e l’educazione e io credo che i nostri figli abbiano bisogno di divertirsi, ma loro non sanno farlo. Sono molto preoccupato perché oggi ci sono tante dipendenze sulle quali dobbiamo attrezzarci: l’alcool, il gioco… Dobbiamo aprire gli occhi ai genitori e agli educatori. Per i prossimi 30 anni dobbiamo arrivare prima. Le nostre frontiere sono la famiglia, la scuola e il tempo libero».
Don Antonio Mazzi ha anche lanciato una proposta al sindaco Pisapia: «Apriamo insieme il concerto, cantando “Io vagabondo”».

In piazza Duomo per agevolare la partecipazione all'evento anche delle persone diversamente abili è stata prevista un'area del sagrato del Duomo concessa da monsignor Gianantonio Borgonovo della Parrocchia Santa Tecla nel Duomo di Milano (per informazioni tel. 02.21015201).