Sharing economy

L’Olanda lancia l’Airbnb dell’energia elettrica

6 Ottobre Ott 2014 1957 06 ottobre 2014

Un sito web permette ai produttori indipendenti di mettere in condivisione la propria produzione di energia elettrica, abbattendo i costi

  • ...
167254105
  • ...

Un sito web permette ai produttori indipendenti di mettere in condivisione la propria produzione di energia elettrica, abbattendo i costi

Come AirBnB ma al posto del letto si mette in comune l’energia pulita. Si chiama Vandebron ed è la startup olandese che, attraverso una piattaforma web, permette di comprare l’energia da produttori indipendenti, soprattutto aziende agricole con turbine eoliche sui propri terreni. Per acquistare l’energia, basta andare sull’homepage della piattaforma, dove è possibile visualizzare al volo i volti e i nomi dei produttori indipendenti con tanto di offerta, completa di costi. Ogni produttore ha infatti un profilo visibile ai potenziali acquirenti, nel quale descrive anche gli impianti utilizzati.

Gerard e Monique Smit, ad esempio sono due imprenditori agricoli, la cui offerta energetica proviene da un'unica turbina eolica, in grado di fornire energia ad altre 400 abitazioni, il prezzo ammonta a 28 cent a Kilowattora. Sul sito è possibile scegliere il tipo di contratto che si intende stipulare, la durata (da 1 a 3 anni) e la quantità di energia desiderata. “L’idea è nata in modo molto semplice,” spiega Remco Wilcke, uno dei 4 co-fondatori del servizio, a Fastcompany. “Mi chiedevo, perché non potevo acquistare energia direttamente da quelle aziende agricole provviste di turbine eoliche, così abbiamo iniziato a fare delle ricerche.” Ed è così che la startup ha iniziato a lavorare nel mercato deregolamentato dell’energia in Olanda. Secondo Vandebron entrambi i consumatori e i produttori beneficiano dal processo, poiché non vengono evitati gli intermediari, la piattaforma infatti non fissa nessuna percentuale sulle transazioni. Il modello di business si basa infatti sul un’abbonamento annuale al servizio, di cira 12 dollari l’anno. In media un agricoltore che decide di vendere l’energia che produce su Vandebron, aumenta il proprio fatturato di circa 11 mila euro l’anno.

Energia a chilometro zero, o quasi, insomma, e sembra proprio essere questo uno degli aspetti su cui Vadebron, che significa proprio, “Direttamente dalla fonte”, sta puntando di più. Alcuni produttori, come i Kadijks, hanno organizzato open day, nelle proprie fattorie, aperti a chiunque volesse conoscere i sistemi utilizzati e i produttori. Nel caso dei Kadijks, si sono presentate più di 100 potenziali clienti.

Al momento sul sito vi sono 12 produttori indipendenti, in grado di distribuire energia a circa 20 mila abitazioni ma, secondo Aart Van Veller, un altro co-founder, il mercato che aspetta Vandebron è molto più vasto: potenzialmente nei Paesi Bassi, i produttori indipendenti, possono generare energia per circa 1 milione di famiglie.