Sicurezza alimentare

Fondazioni bancarie: 4,5 milioni per il diritto al cibo

16 Ottobre Ott 2014 2006 16 ottobre 2014

Nella Mondiale dell’Alimentazione, le Fondazioni di origine bancaria lanciano un progetto collettivo per garantire la sicurezza alimentare a 60mila persone in Burkina Faso

  • ...
461146923
  • ...

Nella Mondiale dell’Alimentazione, le Fondazioni di origine bancaria lanciano un progetto collettivo per garantire la sicurezza alimentare a 60mila persone in Burkina Faso

Oltre 4 milioni e mezzo per contribuire al diritto al cibo e alla sicurezza alimentare, è l’impegno collettivo garantito dalle Fondazioni di origine bancaria per dare il proprio sostegno all’Africa nella Giornata Mondiale dell’Alimentazione.

Presentato il 16 ottobre sul sito www.fondazioniforafrica.org, il progetto, garantirà il diritto al cibo e la sicurezza alimentare a 60mila persone, puntando su agricoltura familiare, microfinanza, formazione degli operatori, educazione alimentare e, soprattutto, il ruolo delle donne. Gli interventi messi in campo sono per il miglioramento della produttività e della qualità dei prodotti alla base dell’alimentazione locale, il rafforzamento di 350 organizzazioni contadine, il lancio di nuove attività agricole e imprenditoriali attraverso l’introduzione di strumenti di microfinanza, la strutturazione di un sistema di commercializzazione per i prodotti agricoli e dei loro derivati sul mercato locale, la diffusione di un’educazione alimentare adeguata e del valore della biodiversità e la promozione dell’autonomia delle donne.

L’iniziativa, chiamata Fondazioni for Africa Burkina Faso, è nata nell’ambito della Commissione per la Cooperazione Internazionale dell’Acri-Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa e prende forza dal successo dell’esperienza quinquennale di Fondazioni4Africa, partnership economica e di progettazione partecipata per lo sviluppo rurale in Senegal e in Uganda, intrapresa nel 2007 da 4 Fondazioni di origine bancaria.

“Un futuro sostenibile si può costruire solo lavorando insieme: aggregando risorse e competenze, collaborando pubblico e privato, tessendo reti di solidarietà, questa volta anche oltre i confini dell’Italia”, ha affermato il Presidente dell’Acri, Giuseppe Guzzetti. “Di questo le Fondazioni di origine bancaria sono da sempre convinte e con questa consapevolezza e l’esperienza che ci deriva dalla realizzazione di altri progetti analoghi stiamo affrontando l’importante sfida di aiutare il Burkina Faso sul fronte del diritto al cibo e della sicurezza alimentare.”

Avviata nel gennaio 2014 con una dotazione complessiva di 4,57 milioni di euro in tre anni, Fondazioni for Africa Burkina Faso è sostenuta da 25 Fondazioni: Fondazione Cariplo; Compagnia di San Paolo; Fondazione Cariparma; Fondazione Banca del Monte di Lucca; Fondazione Banco di Sardegna; Fondazioni Casse di Risparmio di Alessandria, Asti, Biella, Bolzano, Bra, Calabria e Lucania, Cuneo, Fossano, La Spezia, Lucca, Modena, Orvieto, Padova e Rovigo, Perugia, Rieti, Salernitana, Savigliano; Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna; Fondazione Monte di Parma e Istituto Banco di Napoli – Fondazione.

Il progetto è in corso di realizzazione in 7 regioni rurali del Paese, in stretta collaborazione con 6 organizzazioni attive sul territorio italiano e in Burkina Faso - ACRA-CCS, CISV, LVIA, MANI TESE, Fondazione Slow Food per la Biodiversità, CeSPI - e il coinvolgimento di numerosi partner locali.