finanza etica

Deutsche Bank, un social bond da 100mila euro per il Banco Alimentare

24 Novembre Nov 2014 1855 24 novembre 2014

I proventi serviranno anche per supportare la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare di sabato 29 novembre 2014

  • ...
Banco Fondazione Deutsche Bank 003
  • ...

I proventi serviranno anche per supportare la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare di sabato 29 novembre 2014

Un social bond da 100mila euro. A tanto ammonta infatti la donazione che Deutsche Bank ha recapito oggi alla Fondazione Banco Alimentare Onlus raccolti attraverso questo innovativo strumento finanziario lanciato nel luglio 2014.

Il progetto Social Bond di Deutsche Bank (prestito obbligazionario solidale) si inserisce tra i progetti di Corporate Responsibility portati avanti dall’Istituto a livello globale. In Italia, da anni, la Banca promuove progetti nel campo della sostenibilità, realizzando attività in ambito artistico e musicale. Nel 2013 è stata anche costituita la Fondazione Deutsche Bank Italia, attiva in ambito sociale con iniziative di sostegno alle fasce più fragili della società, nella valorizzazione dei talenti nel campo dell’educazione e della ricerca scientifica e nella promozione delle eccellenze italiane e del Made in Italy.

Nello specifico, i proventi raccolti attraverso i social bond saranno utilizzati per supportare le seguenti attività promosse dalla Fondazione Banco Alimentare Onlus:

  • sostegno all’attività istituzionale di Banco Alimentare, che consiste nel recupero delle eccedenze alimentari e nella loro ridistribuzione agli enti caritativi, in particolare verso le aree più bisognose del Paese
  • sostegno alla Giornata Nazionale della Colletta Alimentare di sabato 29 novembre 2014, finanziando direttamente parte degli oneri di trasporto per la redistribuzione degli alimenti alle regioni del Paese che più necessitano di aiuto (in particolare Sud Italia).
  • nell’ambito della partnership tra Deutsche Bank e Fondazione Banco Alimentare, è allo studio un nuovo progetto di divulgazione del contesto del bisogno alimentare in Italia e delle buone pratiche di risposta al diritto all’alimentazione. Nello specifico, è al vaglio l’aggiornamento della prima indagine su “La povertà alimentare in Italia” (studio edito da Guerini e Associati – Milano, 2009) e la sua attualizzazione al contesto della attuale crisi. Un’analisi sulla povertà si rende necessaria in quanto volta a diffondere la consapevolezza sul livello di bisogno in Italia, soprattutto in vista di Expo 2015, e intende costituire una base scientifica nel corrente dibattito sul diritto alla alimentazione.