COOPERAZIONE

Haiti e Repubblica Dominicana: abbattute le frontiere

26 Novembre Nov 2014 1803 26 novembre 2014

I piccoli agricoltori di Haiti e Repubblica Dominicana presentano, al Palazzo delle Stelline di Milano il 28 novembre dalle ore 18, la prima Cooperativa Binazionale della propria storia

  • ...
  • ...

I piccoli agricoltori di Haiti e Repubblica Dominicana presentano, al Palazzo delle Stelline di Milano il 28 novembre dalle ore 18, la prima Cooperativa Binazionale della propria storia

Superare le divisioni tra i popoli e sconfiggere la povertà estrema. I piccoli agricoltori di Haiti e Repubblica Dominicana per la prima volta nella storia uniti in una Cooperativa Binazionale che sarà presentata in un convegno organizzato dal Fondo milanese per la Cooperazione Internazionale a Milano venerdì 28 novembre 2014 dalle 18 alle 20 presso il Palazzo Congressi delle Stelline, Corso Magenta, 61.

La Cooperativa Binazionale è un successo raggiunto in soli tre anni di cooperazione ed è già al lavoro. Obiettivi principali sono due: garantire che le popolazioni locali possano beneficiare del proprio lavoro trattenendo per sé parte dei prodotti agricoli ora interamente destinati al mercato internazionale ed esportare all’estero prodotti finiti di qualità spezzando il monopolio degli intermediari. Presto sul mercato europeo - e italiano - verrà commercializzato il primo prodotto alimentare esportabile: il miele. Dal 24 al 30 novembre, una delegazione mista proveniente da Haiti e Repubblica Dominicana incontra i rappresentanti istituzionali di alcuni dei comuni del milanese che aderiscono al Fondo per la Cooperazione. Nel gruppo spicca la presenza del sindaco di Santo Domingo est (Signor Juan de Los Santos) e dei sindaci di Belladere (Signor Alcide Hoslor) e Comendador (Signor Luis Minier Perez): queste ultime due sono cittadine del centro dell’isola, la prima in territorio Haitiano, la seconda nella Repubblica Dominicana, a 16
chilometri di distanza ma da sempre separate da un’invalicabile frontiera e dalle
diffidenze reciproche.