Lazio

Paola Capoleva neopresidente del Cesv

12 Gennaio Gen 2015 1708 12 gennaio 2015

Capoleva sostituisce alla presidenza del Cesv, Francesca Danese nominata assessore ai servizi sociali del Comune di Roma. Paola Capoleva è nel Consiglio direttivo del centro servizi per il volontariato dal 2006

  • ...
Capoleva Foto
  • ...

Capoleva sostituisce alla presidenza del Cesv, Francesca Danese nominata assessore ai servizi sociali del Comune di Roma. Paola Capoleva è nel Consiglio direttivo del centro servizi per il volontariato dal 2006

È Paola Capoleva la nuova presidente del Cesv, il centro di servizio per il volontariato del Lazio. A nominarla in sostituzione di Francesca Danese, neo assessore ai Servizi sociali del Comune di Roma, il consiglio direttivo di Cesv.

«Mando a Francesca Danese un particolare e affettuoso pensiero per il delicato incarico assunto, che certamente rappresenta il giusto riconoscimento verso il generoso impegno da sempre profuso come donna, come volontaria, come dirigente», ha dichiarato Paola Capoleva. «Raccolgo la sua eredità in un Centro di servizio che è oramai una realtà indiscutibile nel panorama locale, provinciale e regionale. L’ampia rete di relazioni del Cesv ed il credito guadagnato anche a livello nazionale tra le altre associazioni, presso le istituzioni e nella società civile è un patrimonio prezioso, della cui esistenza dobbiamo essere orgogliosi e consapevoli per il futuro. Farò di tutto, insieme ai membri del Consiglio Direttivo, per dare continuità al lavoro sin qui svolto, cercando di rappresentare al meglio tutte le istanze, per rafforzare la nostra identità e rendere più ampio ed efficace il nostro operare sul territorio».

Paola Capoleva, assistente sociale e docente di Metodi e tecniche del Servizio sociale avanzato all’Università di Cassino e del Lazio meridionale, vive a Sora, e lavora nella Asl occupandosi in particolare di integrazione sociosanitaria e della Case della salute. Fa volontariato da molto tempo ed è membro del Consiglio direttivo del Cesv dal 2006.