Progetti

The Davos Challenge cammina per donare bici in Africa

16 Gennaio Gen 2015 1251 16 gennaio 2015

The Davos Challenge: Walk for Education è l'iniziativa di Ubs e World Economic Forum lanciata in questi giorni e che ha l'obiettivo di donare 2500 biciclette - messe a disposizione dalla non profit World Bicycle Relief - che favoriscano il percorso casa-scuola dei bambini in Africa.

  • ...
Schermata 2015 01 15 Alle 12
  • ...

The Davos Challenge: Walk for Education è l'iniziativa di Ubs e World Economic Forum lanciata in questi giorni e che ha l'obiettivo di donare 2500 biciclette - messe a disposizione dalla non profit World Bicycle Relief - che favoriscano il percorso casa-scuola dei bambini in Africa.

Un programma che si prefigge di aiutare a ridurre il tempo che i bambini impiegano per recarsi a scuola e a migliorare le loro opportunità di apprendimento, soprattutto nei Paesi africani: questo è “The Davos Challenge: Walk for Education”, iniziativa frutto della collaborazione tra Ubs e il World Economic Forum.

Se durante l’incontro annuale 2015 (dal 21 al 24 gennaio) i partecipanti a Davos percorrono mediamente 6 km a favore della formazione, Ubs e la Ubs Optimus Foundation doneranno 2500 biciclette appositamente ideate, una per ogni partecipante al Forum. Le biciclette saranno messe a disposizione da World Bicycle Relief, un’organizzazione senza scopo di lucro che da dieci anni opera in tutta l’Africa.

Molti bambini in Africa non beneficiano di una formazione adeguata, nelle regioni rurali del Sudafrica tanti devono ad esempio percorrere ogni giorno anche più di sei chilometri a piedi per raggiungere la scuola. Con biciclette robuste adatte ai terreni irregolari, il tempo per il tragitto casa-scuola potrebbe essere ridotto del 75%, favorendo così la loro presenza in classe e i loro risultati scolastici.
«Tutti i bambini dovrebbero avere accesso a un’istruzione e l’opportunità di imparare», spiega Axel Weber, il presidente del Cda e presidente del Corporate Responsibility Committee. «Riteniamo di avere una grande responsabilità nei confronti dei bambini, ma anche nei confronti dei nostri azionisti, di assicurare che le nostre attività filantropiche abbiano un impatto significativo. Questo programma rispecchia il nostro impegno a realizzare entrambi questi obiettivi».

I primi 1000 che aderiranno all’iniziativa riceveranno da Fitbit un pedometro elettronico che permette di misurare le distanze percorse da ciascuno. I progressi compiuti dai partecipanti saranno visualizzati su appositi schermi all’interno del centro congressi di Davos e su un sito internet dedicato.
«Questo è il vero spirito dell’imprenditorialità sociale», spiega Klaus Schwab, fondatore ed Executive Chairman del World Economic Forum. «L’appuntamento di Davos è il luogo ideale per presentare soluzioni creative per migliorare la situazione nel mondo. È questo il motivo per cui sosteniamo Ubs nella The Davos Challenge: Walk for Education, un programma che promuove il potenziale di apprendimento di bambini».

In base alle proiezioni dei risultati dei partecipanti al Forum, Ubs e la Ubs Optimus Foundation prevedono di donare, tramite World Bicycle Relief, un totale di 2500 biciclette Buffalo.