LAVORO

Con FabriQ 2, Milano sostiene 7 nuove start up

20 Gennaio Gen 2015 1400 20 gennaio 2015

Presentato oggi il bando “FabriQ 2” che mette a disposizione 146mila euro per la realizzazione di sette giovani progetti d’impresa nel campo dell’innovazione sociale, spaziando dai temi smart city, ai servizi per una città accessibile sino all’economia della condivisione e della sharing economy. Domande entro il 16 marzo

  • ...
The Hub Filippopodesta
  • ...

Presentato oggi il bando “FabriQ 2” che mette a disposizione 146mila euro per la realizzazione di sette giovani progetti d’impresa nel campo dell’innovazione sociale, spaziando dai temi smart city, ai servizi per una città accessibile sino all’economia della condivisione e della sharing economy. Domande entro il 16 marzo

«Grazie a queste nuove risorse, Milano rafforza il sostegno reale e deciso alle neo imprese - commenta l’assessore alle Politiche per il Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca Cristina Tajani -. Siamo convinti che, solo attraverso l’innovazione, possa esserci crescita sociale ed economica. Sono 318 i nuovi progetti imprenditoriali nati grazie all’azione dell’Amministrazione comunale, rivolti a settori economici tradizionali e non, in aree della città apparentemente decentrate ma sempre più importanti nell’ottica della Città Metropolitana. In tre anni abbiamo contribuito a far nascere sei incubatori d’impresa, dall’alimentare al tecnologico passando per il sociale e la green economy, investendo sulle idee innovative dei giovani milanesi».

Ai sette progetti selezionati verrà data la possibilità di accedere a un percorso gratuito di incubazione della durata di 9 mesi necessario all’evoluzione da semplice idea a vera e propria impresa, anche grazie a un contributo massimo a fondo perduto da parte del Comune di 20 mila euro per singolo progetto. Un periodo intenso di crescita, confronto, networking e incontri con potenziali investitori.

Le sette start-up verranno ospitate presso FabriQ, lo spazio di 650 mq in via val Trompia 45/a, dove le idee si trasformano in occupazione, crescita e sviluppo sociale mettendole in rete. Il progetto è realizzato dal Comune di Milano e sviluppato dalla Fondazione Giacomo Brodolini con Impact Hub Milano.

Al bando possono partecipare tutte le imprese, italiane o straniere, costituite da meno di 24 mesi e quelle che si impegnano a costituirsi in soggetto giuridico entro 3 mesi dall’assegnazione del contributo. Le domande di partecipazione al bando dovranno pervenire entro e non oltre le ore 12.00 del 16 marzo 2015 a mezzo posta elettronica certificata all’indirizzo: plo.bandi@postacert.comune.milano.it specificando nell’oggetto: “BANDO FABRIQ 2”.

Tutte le informazioni e la modulistica sono disponibili qui

Nel corso dalla prima edizione del bando FabriQ, su oltre 50 domande pervenute nel 2014 sono state cinque le intuizioni diventate imprese: dalla riqualificazione di terreni abbandonati in orti urbani coltivati in condivisione di TerraXchange alle aste di beneficenza on line con vip e aziende a favore di progetti sociali realizzate da CharityStars, passando per lo sviluppo di compattatori urbani di bottiglie in plastica di Geomundis o il nuovo network per mettere in relazione imprese agricole, operatori sociali e consumatori di prodotti agricoli sviluppato da Social Experience sino a un innovativo dispositivo elettronico per monitorare i parametri e i tempi dei nuotatori professionisti e amatoriali realizzato da Xmetrics.

L’incubatore FabriQ è uno spazio interamente ristrutturato che può contare su un’area accoglienza di 60 mq, 500 mq per uffici e spazi per le imprese oltre a 86 mq dedicati a conferenze ed eventi. Il tutto nel quartiere di Quarto Oggiaro, inserito da tempo nel piano di rilancio dell’area nord-ovest di Milano e che attualmente attraversa una fase di totale rinnovamento. Per questo è stato scelto dall’Amministrazione quale laboratorio dei progetti Smart City attivi in città, volti a favorire l’inclusione sociale, l'uso intelligente delle tecnologie oltre a migliorare la qualità della vita nella zona.