LAVORO

La tutela dei minori richiede professionisti esperti

21 Gennaio Gen 2015 1723 21 gennaio 2015

Il centro Erickson di Trento ha aperto le iscrizioni al master Tutela dei minori che forma operatori e dirigenti che si occupano di minori in difficoltà. Lezioni in aula dal 28 gennaio e on line

  • ...
Scuola Studenti 584
  • ...

Il centro Erickson di Trento ha aperto le iscrizioni al master Tutela dei minori che forma operatori e dirigenti che si occupano di minori in difficoltà. Lezioni in aula dal 28 gennaio e on line

Chi opera nel campo della tutela minorile si trova coinvolto in situazioni estremamente complesse, dal punto di vista relazionale e procedurale. La tutela dei minori è infatti l’ambito dei servizi sociali maggiormente controverso, in cui più spesso le decisioni dei professionisti sono oggetto di polemiche. È anche l’ambito in cui gli operatori si sentono particolarmente gravati dalla complessità delle situazioni, dalla sensazione di impotenza, dai dilemmi legati alla necessità di dover andare incontro a bisogni e diritti difficili da conciliare gli uni con gli altri.

Il corso intende rispondere in modo concreto alle specifiche esigenze professionali che questo particolare ambito richiede, offrendo un percorso formativo al passo con le più convalidate conoscenze scientifiche. Particolare attenzione sarà posta sulle esperienze nazionali e internazionali più innovative, con lo scopo di fornire al professionista strumenti concreti e spendibili nel lavoro quotidiano con i minori e con le loro famiglie.

Si rivolge a operatori e dirigenti dei servizi sociali che si occupano di minori in difficoltà; assistenti sociali, psicologi ed educatori professionali che lavorano nell’ambito della tutela dei minori o che desiderano trovare occupazione in questo ambito.

Il Metodo relazionale al lavoro sociale fa da filo rosso lungo il percorso formativo. Una metodologia che aiuta gli operatori a dare nuova efficacia ai loro interventi, consentendo ai professionisti e ai servizi di dare risposte adeguate pur nella complessità dei sistemi coinvolti (Magistratura, scuola, servizi sociali, Terzo settore…) e della carenza di risorse. All’interno di questa cornice, professionisti di servizi diversi, familiari, ragazzi, bambini e altre persone significative trovano lo spazio per condividere punti di vista, responsabilità, motivazione e strategie di soluzione.

Dettagli qui