reazioni

L'Alleanza delle cooperative: «Mattarella? Un discorso per il Paese reale»

3 Febbraio Feb 2015 1809 03 febbraio 2015

«Il neo presidente ha subito evidenziato il suo ruolo di arbitro istituzionale e ha rimarcato la necessità di fare, al di là degli schieramenti, fronte comune rispetto alle difficoltà che vivono i cittadini, le imprese e le istituzioni»

  • ...
Maurizio Gardini
  • ...

«Il neo presidente ha subito evidenziato il suo ruolo di arbitro istituzionale e ha rimarcato la necessità di fare, al di là degli schieramenti, fronte comune rispetto alle difficoltà che vivono i cittadini, le imprese e le istituzioni»

«Dalle Cooperative Italiane arriva un convinto applauso al neo presidente della Repubblica Sergio Mattarella, dopo i tanti che gli ha riservato il Parlamento. Un discorso che denota un alto senso dello Stato, quello del presidente Mattarella, che sin dal suo esordio in Parlamento ha subito evidenziato il suo ruolo di arbitro istituzionale e ha rimarcato la necessità di fare, al di là degli schieramenti, fronte comune rispetto alle difficoltà che vivono i cittadini, le imprese e le istituzioni».

Così la presidenza dell’Alleanza delle Cooperative Italiane con il presidente Rosario Altieri e i copresidenti Maurizio Gardini (in foto) e Mauro Lusetti commenta il discorso del Capo dello Stato Sergio Mattarella.

«Piena condivisione dell’Alleanza delle Cooperative sulla necessità di procedere speditamente sul cammino di riforme condivise, sul richiamo all’unità delle forze politiche per affrontare le emergenze del paese e per arginare il disagio sociale determinato dalla crisi, così come lo stop alla corruzione e la condanna decisa del terrorismo. Un discorso, quello di insediamento, davvero vicino alle esigenze del Paese reale»