CONTRO LA GUERRA

Monza lancia l'allarme rosso per la Siria

23 Febbraio Feb 2015 1623 23 febbraio 2015

Dal 27 febbraio all'1 marzo importante iniziativa di una rete di associazioni cittadine per tenere alta l'attenzione sul conflitto siriano, che in 4 anni ha prodotto la morte di 140mila persone - tra cui 20mila bambini - e 9 milioni di profughi

  • ...
Siria
  • ...

Dal 27 febbraio all'1 marzo importante iniziativa di una rete di associazioni cittadine per tenere alta l'attenzione sul conflitto siriano, che in 4 anni ha prodotto la morte di 140mila persone - tra cui 20mila bambini - e 9 milioni di profughi

Un Red Alert, allarme rosso, per dire no a tutte le guerre e per accendere un riflettore sulla drammatica situazione in cui vivono ancora oggi le popolazioni civili della Siria a quattro anni dalla rivolta del 2011. Un’iniziativa che vedrà come “testimonial” luoghi d’eccezione come Villa Reale ed Arengario. Saranno, infatti, proprio i due monumenti simbolo di Monza a essere protagonisti di Red Alert for Syria, progetto promosso da Monza per la Siria, coordinamento che riunisce Croce Rossa Comitato Locale di Monza, Insieme si può fare Onlus, Unicef Comitato provinciale di Monza e Brianza e Avvocato di strada Onlus con il patrocinio di Comune di Monza e Provincia di Monza e Brianza.

Dal 27 febbraio fino al 1 marzo 2015, Villa Reale e Arengario saranno illuminati da un fascio di luce color rosso a testimoniare la vicinanza di Monza e della Brianza a coloro che stanno soffrendo a causa del conflitto bellico. “Red Alert for Syria nasce dalla volontà di tenere alta l’attenzione sulla crisi umanitaria che da 4 anni affligge il popolo siriano. I numeri, da soli, danno l’idea della situazione: 140mila morti, 9 milioni di persone che necessitano assistenza umanitaria e oltre 9 milioni tra sfollati e profughi. È importante che tutti si rendano conto di quanto accade, diventando a propria volta, promotori attivi di una cultura di pace”, spiegano gli organizzatori dell'evento.

L’inaugurazione del Red Alert for Syria avverrà il 27 febbraio alle ore 18 con l’accensione in contemporanea di Arengario e Villa Reale alla presenza del Sindaco Roberto Scanagatti e del Presidente della Provincia, Gigi Ponti che hanno deciso di sostenere l’iniziativa e a cui va il sentito ringraziamento di tutte le associazioni coinvolte nella manifestazione. Alla cerimonia di accensione sarà inoltre presente Silvia Elzi in rappresentanza di Mezzaluna Rossa in Siria, di ritorno dal Libano, Paese che sta ospitando almeno un milione di profughi siriani.

"Un ringraziamento particolare va ai partner strategici: il Liceo Artistico Statale di Villa Reale Nanni Valentini, in particolare gli studenti Davide Alì e Matteo Ottone, insieme alla docente Elena Mapelli, e i bambini delle classi 1 E e 1F della Scuola Primaria Buonarroti che, insieme all’insegnante Giovanna Visini e alla signora Teresa Savio, hanno realizzato i pannelli del percorso dei diritti che sarà esposto in concomitanza con le mostre fotografiche allestite sotto i portici dell’Arengario".