Duomo
Bruxelles

Il racconto secolare del Duomo di Milano nel cuore d'Europa

27 Febbraio Feb 2015 1542 27 febbraio 2015
  • ...

Una grande esposizione che porta la cattedrale meneghina nel cuore dell'Europa. Promossa con l’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles e con il patrocinio di Expo 2015, Regione Lombardia e Comune di Milano, la mostra è stata presentata il 25 febbraio

Una grande esposizione nel cuore dell’Europa, rappresentazione di uno straordinario racconto: la Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano. Un affresco che va alle sorgenti della storia di Milano e dell’Italia, per riaffermare l’energia di un Monumento che, nei secoli, è stato eletto come pilastro della città, centro di fede e di abbraccio tra il territorio e il resto del mondo. Un racconto lungo sei secoli, che ci riporta alle sorgenti dell’identità europea.

Attraverso il proprio racconto che si presenta nel cuore dell’Europa, con l’esposizione La Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano. Una grande storia italiana, allestita presso l’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles (Rue de Livourne, 38) a ingresso libero dal 25 febbraio al 20 marzo 2015, con il patrocinio di Expo 2015, Regione Lombardia e Comune di Milano, la Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano riafferma tutta l’energia che scaturisce dalla grandezza delle cattedrali del continente, voci importanti che raccolgono una sfida di secoli, fondamenta senza tempo di una società che fa di questi scrigni di fede e non solo le stelle polari del cammino della cultura e della convivenza europea.

Per secoli, in un contesto caratterizzato dalla lentezza del cambiamento, queste fondamenta sono state un punto di riferimento che ha scandito lo scorrere dei secoli; oggi, con una comunicazione talmente rapida da far smarrire il senso dell’appartenenza, quando mancano i riferimenti storici, esse sono la roccia su cui i cittadini della nuova Europa sentono il bisogno di appoggiarsi.

Nel segno di questo cammino, la Veneranda Fabbrica del Duomo ha proposto in Europa un progetto di cooperazione culturale internazionale che metta in luce l’importanza delle cattedrali come colonne dell’Identità europea, vere e proprie fabbriche a cielo aperto: il progetto CIVITAS è la voce del cambiamento, cultura creativa e risposta concreta alla sfida lanciata dal Bando Creative Culture.

Ispirandosi a questi valori, la Veneranda Fabbrica del Duomo si propone come capofila di un processo riformatore ed evolutivo nell’ambito della cultura, a partire da un primo nucleo di partenza composto da 6 cattedrali/città europee.

Nell’arco dei tre anni di progetto, lo scopo è quello di coinvolgere progressivamente tutti i 28 Paesi Membri dell’Unione.

Presentando a Bruxelles il grande racconto della Veneranda Fabbrica del Duomo, vogliamo raccontare questo formidabile cammino di popolo, lanciando un messaggio che fonda i saperi di queste cattedrali in una storia sola: quella dell'Europa.

La presentazione che si è tenuta il 25 febbraio presso la sede dell’Istituto di Cultura di Bruxelles, ha visto la partecipazione di Alfredo Bastianelli, Ambasciatore d’Italia in Belgio, Silvia Costa, Presidente della Commissione Cultura Parlamento Europeo, Mons. Gianantonio Borgonovo, Presidente della Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano, Patrizia Toia, Vice Presidente Commissione ITRE del Parlamento Europeo, Massimiliano Salini, Membro Commissione Trasporti e Turismo del Parlamento Europeo, Erminia Sciacchitano, Commissione Europea Direzione Generale Educazione e Cultura – Ufficio Politiche Culturali e Dialogo Interculturale, Fabrizio Grillo, Direttore Relazioni territoriali e Organizzazioni internazionali Expo 2015 e Paolo Grossi, Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles.

«Appartenere a un nobile lignaggio è un dono della provvidenza o, se preferite, della sorte. Nessuno di noi può pretenderlo e nessuno può considerarlo il frutto della propria competenza, perché esso è dato prima di ogni nostra decisione. Vi sono però delle appartenenze alle quali il nostro orgoglio può aspirare, se sospinto da qualità, dedizione e passione. L’orgoglio di appartenere alla storia della Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano sta in questa seconda categoria. Tuttavia, il sano orgoglio deve suscitare in ogni persona veramente grande una generosa responsabilità che trasformi il dono originario in un compito mai concluso.

L’unica nostra risorsa sta nell’onesta responsabilità di appartenere, con orgoglio, alla Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano» - sono state le parole di Mons. Gianantonio Borgonovo, Presidente della Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano.

«Un racconto storico, spirituale e culturale europeo: questo rappresenta questa esposizione di straordinario valore, che ripercorrendo il lungo percorso di costruzione di uno tra i nostri simboli più riconoscibili nel mondo ci fa rivivere l'ispirazione che lo ha guidato e partecipare, proprio come accadde a tanti cittadini europei di allora, alla sua grandezza. Oggi, mi rallegro che attraverso il progetto CIVITAS la Veneranda Fabbrica del Duomo voglia rinnovare quello stesso spirito di condivisione della costruzione dell'identità europea, mettendo in rete città e cattedrali di diversi paesi UE e testimoniando di aver colto la filosofia del “valore aggiunto europeo” che è alla base del programma Europa Creativa, di cui sono stata relatrice» ha dichiarato Silvia Costa, Presidente della Commissione Cultura del Parlamento Europeo.

Non solo. La Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano ha raccolto la grande sfida di Expo 2015, spalancando le porte dei propri tesori al mondo, per vivere l’incontro con il pianeta nella fierezza di una proposta tutta italiana.

I Grandi Progetti proposti dalla Veneranda Fabbrica nel semestre di Expo 2015 e realizzati insieme all’Esposizione, dal titolo Nutrire la mente, energia dalla cultura raccolgono la sfida dell'alimentazione e si sposano con questi racconti. Il bisogno del cibo, infatti, non è solo fisico. I valori, il pensiero, l'energia interiore, gli aspetti positivi nel nostro vivere quotidiano sono il primo nutrimento di una società in costruzione. Alimentare questi valori è la vera sfida. Nel segno di questo percorso sono nati i progetti della Fabbrica per Expo 2015.

Contenuti correlati