Kosovo Terre E Liberta
Campi di volontariato

Per un'estate fuori dagli schemi... pensaci adesso

24 Marzo Mar 2015 1550 24 marzo 2015
  • ...

Sono tantissime le possibilità offerte da ong e associazioni di trascorrere un periodo da volontari in un workcamps, in Italia o all'estero. Occasione per incontrare altri giovani e approfondire la conoscenza del mondo che ci circonda. Iscrizioni aperte... affrettatevi

La primavera è appena iniziata ed è già ora di pensare a cosa fare la prossima estate. Anzi per chi vuole trascorrere le vacanze in modo diverso: divertendosi e allo stesso tempo rendendosi utile anche agli altri il tempo per decidere è adesso. Marzo è del resto il momento in cui le diverse realtà, associazioni e ong, che organizzano i campi di volontariato presentano programmi e progetti, proposte ogni anno con qualche novità.
E gli slogan che vengono scelti acchiappano l’occhio di chi gira su siti e social, anche perché l’online è il mezzo più utilizzato dalle organizzazioni per far conoscere i propri progetti.

Tra le prime realtà ad aprire le iscrizioni ci sono Fondazione Arché Milano e l’associazione Amani che hanno come meta l’Africa.
Arché anche quest’anno offre l’opportunità di vivere un’esperienza di solidarietà e condivisione nella tradizionale meta dello Zambia, dove i volontari hanno anche l’opportunità di monitorare l’andamento del progetto “Zambia: istruzione per la vita”. I volontari sono ospitati nella missione gesuita di Chikuni e accompagnati sul territorio dal comitato locale che gestisce il progetto a favore degli orfani.
Arché non chiede quote di partecipazione, a carico del volontario ci sono i costi del viaggio aereo e l’assicurazione. Per la copertura delle spese di vitto i volontari sono invitati a lasciare un’offerta libera ai missionari.
Il campo si svolgerà nel mese di agosto, i posti vanno a esaurimento e chi volesse partire con Arché è invitato a iscriversi al più presto chiamano il numero di Milano 02.6688521 oppure scrivendo a: bocca[at]arche.it

Chiudono il 31 marzo le iscrizioni ai campi di incontro di Amani in programma a Nairobi in Kenya e a Lusaka in Zambia. Chi parteciperà ai campi promossi da Amani s’immergerà nella realtà delle due città africane, condividendo la vita quotidiana dei bambini e dei ragazzi accolti a Kivuli Centre e al Mithunzi Centre, o delle bambine e ragazze della Casa di Anita. Il periodo del campo è agosto e prima della partenza i volontari sono invitata a un percorso di formazione della durata di 5 weekend che precedono la partenza.
Le spese di viaggio sono a carico dei volontari, mentre per vitto e alloggio viene richiesto un contributo di 10 euro al giorno. Tutte le informazioni sul sito dell'associazione o scrivendo a campi[at]amaniforafrica.it.

Estate selfie? No grazie, estate workcamps!” è questo l’invito che arriva da Lunaria, una Aps impegnata nella promozione e organizzazioni di campi di volontariato dal 1992. In poco più di vent’anni sono oltre 20mila i volontari italiani e stranieri coinvolti. Solo lo scorso anno circa mille giovani si sono impegnati in 52 Paesi del mondo. Lunaria partecipa alla rete internazionale di associazioni riunite nell’Alliance of International Voluntary Service Organization. Oltre 2mila i progetti disponibili sul sito dell’associazione ai quali possono partecipare ragazzi italiani dai 15 anni su. Due le novità dell’estate 2015: la prima consiste nella possibilità di partire con un gruppo di italiani coordinato da un volontario esperto per due progetti in Kenya e Uganda. Una seconda novità riguarda la possibilità di ottenere un certificato di riconoscimento delle competenze partecipando al Post Camp Event, previsto in ottobre, per chi ha partecipato a un workcamp.
Per quanto riguarda la possibilità di viaggi in gruppo il periodo previsto è per l’Uganda dall’1 al 16 luglio, mentre in Kenya il campo si terrà dal 10 al 25 luglio. Per chi intende partecipare a questi due campi è previsto anche un training residenziale a maggio. Chi fosse interessato può avere maggiori informazioni scrivendo a: workcamps[at]lunaria.org

Per conoscere gli oltre 2mila progetti di volontariato internazionale nei campi di impegno e supporto sociale, cultura, eventi e festival, ma anche ambiente e agricoltura e i più antichi e tradizionali campi di costruzione e manutenzione il consiglio è quello di andare sul sito oppure scaricare l’App (iOs e Android). Il suggerimento che arriva da Lunaria è quello di scegliere in base alle proprie inclinazioni e sensibilità. Un accorgimento, trattandosi di campi internazionali la conoscenza dell’inglese o della lingua del paese ospitante è indispensabile.

Italia, Europa e perché no il mondo sono le mete scelte per i campi 2015 da Ibo Italia, l’associazione italiana soci costruttori ong membro di Focsiv che quest’anno, accanto ai campi tradizionali riservati ai maggiorenni (in Italia ed Europa) o agli over 21 (le mete extraeuropee) viene fatta la proposta anche agli adolescenti tra i 14 e i 17 anni di partecipare a esperienze in campi di lavoro e solidarietà in Italia e in Europa. Quattro le mete italiane: a Biancavilla (CT), in una realtà di accoglienza per persone in difficoltà, a Salvatonica (FE) partecipando alla ricostruzione di un villaggio danneggiato dal recente terremoto, che ospiterà mamme e bambini in stato di bisogno. Oppure a San Leonardo di Cutro (KR) e Vernazza (SP) dedicandosi alla tutela della legalità e del paesaggio con ragazzi di tutto il mondo. Diverse le mete per l’estate 2015, tutte le informazioni e i format per iscriversi sono online al sito dell’ong. Prima di partire sono previsti incontri pre-campo per conoscere le realtà in cui ci si reca e la cultura del posto. Per quanto riguarda i costi c’è una quota di iscrizione che è di 160 euro per i campi in Italia ed Europa e 210 euro per quelli fuori Europa, a questo costo va aggiunto il volo (nel caso) e a volte degli extra da dare alla comunità ospitante. Ma tutte le spese sono segnalate al momento dell’iscrizione.

Un centinaio i posti a disposizione per partecipare al progetto “Terre e libertàproposto dall’ong delle Acli Ipsia (Istituto pace sviluppo innovazione Acli) che da oltre vent’anni opera nel settore della cooperazione internazionale. Sono quattordici le località previste per campi di animazione a favore di bambini dai 6 ai 14 anni in Albania, Bosnia Erzegovina, Kosovo. Moldova, Kenya, Mozambico e Senegal. Al progetto partecipano anche gruppi di scout che si recheranno nelle mete europee di Kosovo e Bosnia Erzegovina. Età minima per partecipare ai campi è 18 anni per le mete europee, mentre per le destinazioni africane si richiedono almeno 22 anni. È prevista anche un’età massima consigliata che è di 50 anni. Del resto l’età media dei campisti è di 24/25 anni. I campi, della durata di due / tre settimane nei mesi di luglio e agosto.

Due date di chiusura per le iscrizioni: il 27 aprile per le mete extra-europee, mentre per tutti gli altri campi è il 15 giugno. Slogan dell’estate 2015 è l’invito: “Porta i tuoi piedi fuori dai luoghi comuni…”. I volontari che partecipano ai progetti di Ipsia saranno divisi in équipe composte da un numero minimo di 6 a un massimo di 9 volontari, in ogni équipe vi sarà un responsabile della ong. La formazione è obbligatoria, avvisano gli organizzatori, si tratta di due incontri pre-partenza e uno al termine dell’esperienza. Gli incontri formativi si terranno il 20 e 21 giugno e il 4 e 5 luglio. Tutte le informazioni, e i particolari dell’iscrizione (tramite format elettronico) sono online al sito del progetto: www.terreliberta.org.(la foto di copertina è tratta dalla pagina Fb di Terre e LIbertà ed è stata scattata nell'estate scorsa in Kosovo)

Una proposta di volontariato all’estero rivolta ai giovani quella che arriva dall’associazione Bambini in Romania che da alcuni anni organizza campi estivi di volontariato internazionale negli istituti e nelle comunità in Romania e in Repubblica Modolva. Si tratta di quindici giorni di attività di animazione e ricreative con bambini e ragazzi dai 3 ai 20 anni. Tre i turni previsti per l’estate 2015: 4-18 luglio, 18 luglio -1 agosto e 1-15 agosto. Le iscrizioni chiudono il 28 aprile.

Un hashtag caratterizza la proposta di Libera per i campi estivi 2015 in Italia #estateliberi. Si tratta di campi di volontariato che vengono organizzati sui terreni confiscati alle mafie e che prevedono momenti di lavoro agricolo o di risistemazione del bene, di formazione e, infine, di incontro con il territorio per uno scambio interculturale. Per pubblicizzare questi campi su Youtube è presente anche un video girato la scorsa estate alla Fattoria della Legalità a Isola del Piano (PU). Aggiornamenti e informazioni sulla pagina ad hoc di Libera.

Non sono ancora note le mete per la prossima estate proposte da Arcs e Arci che dal 2007 promuove accanto ai classici campi formativi anche dei workshop di reportage tenuti da fotografi professionisti con l’obiettivo di avvicinare i giovani italiani a realtà e problematiche attraverso lo strumento fotografico. Mete principali sono il sud America, il Nord Africa, il Medio Oriente e i Balcani. I campi dell’estate 2015 – fanno sapere dall’organizzazione – saranno incentrati sui workshop fotografici che offrono l’occasione di coniugare passione artistica e impegno sociale. I dettagli delle mete, le attività previste e le quote di partecipazione saranno resi noti sul sito di Arcs

Sono in partenza i volontari che parteciperanno ai campi primaverili di Legambiente. Già il 1 aprile partiranno alcuni volontari per l’Isola d’Elba. Mentre sono in programma tra fine aprile e i primi di maggio altri due campi di volontariato ambientale dell’associazione del cigno. Dal 24 aprile al 3 maggio prende il via il campo a Torre di Palme, nel comune di Fermo dove i volontari si prenderanno cura del patrimonio culturale e naturale del bosco del Cugnolo, in particolare i volontari si occuperanno del recupero, ripristino e riqualificazione dei sentieri e della vegetazione senza tralasciare la riscoperta e valorizzazione della bellezza del borgo arroccato sui suoi confini. Al via invece il 26 aprile il campo all’isola di Favignana, nel cuore dell’area marina protetta delle isole Egadi. Filo conduttore di questo campo che si chiuderà il 3 maggio la tutela del territorio, la legalità e la lotta alle ecomafie. Con i campi di primavera prende il via la lunga stagione Volontariambiente 2015 di Legambiente. Per le mete dei prossimi mesi sul sito è possibile scegliere le varie opportunità di volontariato ambientale in Italia e nel mondo con il bottone Cerca il tuo campo.

Già un centinaio le persone che si sono già iscritte per i campus dall’evocativo titolo: “Diamoci una mano prendendoci per mano” che vengono promossi dalla Fondazione Francesca Rava – Nph Italia onlus e che si svolgono nelle case orfanotrofio in cui opera Nph – Nuestros Pequenos Hermanos (organizzazione internazionale che la fondazione rappresenta in Italia). Quello che viene proposto è un modo alternativo di trascorrere le proprie vacanze, da soli o in famiglia, facendo volontariato per due settimane in una delle Case Nph. I volontari possono contribuire alla gestione della casa (cucina, orto, manutenzione…) o aiutare nell’animazione con i bambini (doposcuola, corsi di inglese, di calcio, teatro, chitarra…). Il campo è rivolto ai ragazzi dai 14 anni su e sono adatti a tutte le fasce d’età. Le destinazioni sono: Nicaragua, Haiti (la più richiesta al momento), Guatemala, Messico, Repubblica Dominicana. A questo link è possibile scaricare la brochure informativa .

News aggiornata il 26 marzo

Contenuti correlati

Eventi correlati