Bobba
Riforma Terzo settore

Bobba: l'iter della Riforma a compimento entro l'estate

9 Aprile Apr 2015 1902 09 aprile 2015
  • ...

“È una riforma importante e attesa” - ha commentato il Sottosegretario Bobba – “che è stata annoverata tra le grandi riforme che trasformeranno il Paese. Se non vi saranno intralci l’iter parlamentare potrebbe terminare prima dell’estate per poi passare, finalmente, alla stesura dei decreti delegati”.

“La Camera ha approvato oggi, in meno di due giorni, la legge delega di riforma del Terzo Settore che, quindi, continua speditamente il suo iter parlamentare” - dichiara il Sottosegretario al Lavoro Luigi Bobba.

“Sono molto soddisfatto per il lavoro svolto, per il metodo utilizzato e per l’impegno profuso” - continua Bobba - “in Commissione Affari Sociali si è svolto un dialogo serrato con tutte le forze politiche, certamente non privo di ostacoli ma sicuramente proficuo e costruttivo che ha portato al voto finale di oggi. Direi che il passaggio parlamentare più impegnativo si è concluso e ora riprenderemo i lavori in Senato auspicando che si possa mantenere lo stesso passo”.

La “Delega al Governo per la Riforma del terzo settore, dell’impresa sociale e per la disciplina del Servizio civile universale” è stata varata dopo un percorso iniziato con la presentazione on line delle linee guida cui è seguita una consultazione pubblica alla quale hanno partecipato più di mille soggetti fra associazioni, cooperative, fondazioni e organismi del mondo del volontariato e rappresenta per l’Italia una svolta culturale poiché è la prima volta che un Governo decide di riformare un settore così delicato e significativo per la vita economica e sociale del nostro Paese.

“E’ una riforma importante e attesa” - continua il Sottosegretario Bobba – “che è stata annoverata tra le grandi riforme che trasformeranno il Paese e contribuiranno ad offrire nuove opportunità al cittadino sia come singolo sia nelle formazioni sociali secondo il dettato costituzionale. Se non vi saranno intralci l’iter parlamentare potrebbe terminare prima dell’estate per poi passare, finalmente, alla stesura dei decreti delegati”.

Contenuti correlati