Tor Marancia
Street art

Roma, museo a cielo aperto

28 Aprile Apr 2015 1206 28 aprile 2015
  • ...

“Cambia prospettiva. La strada è il tuo futuro”: la mappa che segna le 150 strade, i 13 municipi e i 50 quartieri romani ridisegnati dalla street art

A partire da oggi sarà disponibile in tutti i punti turistici informativi di Roma una mappa, creata da Zètema Progetto Cultura, che racconta una nuova Roma e segna tutti i luoghi ridisegnati dagli artisti. Distribuita in 50mila copie, il claim della nuova mappa della capitale “Cambia prospettiva. La strada è il tuo futuro”, vuole offrire ai cittadini e ai turisti uno strumento per guardare Roma con occhi diversi e spiegare come la città si sta avvicinando all’arte contemporanea. Il progetto è stato presentato ieri all’Auditorium dell’Ara Pacis, dall’Assessore alla Cultura e al Turismo Giovanna Marinelli e dal vicesindaco Luigi Nieri

«Possiamo dire che davvero questa città è un’opera d’arte completa», ha dichiarato Giovanna Marinelli, assessore alla Cultura e al Turismo, «È la capitale della Storia, dell’archeologia, ma è sempre di più proiettata nel futuro come capitale dell’arte contemporanea. Oggi, con questa mappa, annunciamo in realtà la nascita del venticinquesimo museo civico di Roma, il nono gratuito».

Insieme alla mappa ci saranno anche altri strumenti per capire come si stanno evolvendo le periferie romane: una sezione su turismoroma.it dove le opere verranno costantemente aggiornate e una mappatura sul Google Cultural Institute.

«Credo che la street art», ha continuato l’assessore, «stia entrando nel cuore dei romani. Questo progetto, che consente di mettere in rete più luoghi di periferia nei quali fino ad oggi si andava con difficoltà donerà loro, invece, anche un’identità. Abbiamo formato una specie di museo aperto, evolutivo, perché la street art ha evidentemente una sua instabilità naturale, però credo che sia giusto iniziare a valorizzare queste vere e proprie opere d’arte e fare in modo che Roma sia una città in cui si viene anche per questo, così come Londra, Parigi e Berlino».

Alberto Pizzoli, Getty Images

Contenuti correlati