Expo2015

Fave e pecorino all'inaugurazione per i grandi della terra

30 Aprile Apr 2015 1459 30 aprile 2015

Gli agricoltori daranno il benvenuto ai capi di stato con un pasto rispettoso delle tradizioni. Il pranzo sarà servito presso il padiglione della Coldiretti.

  • ...
Fave Epecorino
  • ...

Gli agricoltori daranno il benvenuto ai capi di stato con un pasto rispettoso delle tradizioni. Il pranzo sarà servito presso il padiglione della Coldiretti.

Non solo tecnologie di avanguardia, architetture avveniristiche, viaggi virtuali e immagini bucoliche e tradizioni solo per il marketing, un richiamo alla realtà quotidiana delle campagne viene dagli agricoltori che all’inaugurazione dell’Expo offriranno, a Capi di Stato, rappresentanti istituzionali e a tutti i visitatori italiani e stranieri, fave e pecorino come da antica usanza contadina del primo Maggio.

L’iniziativa è della Coldiretti che per l’inaugurazione dell’Esposizione Universale di Milano il primo maggio ha voluto sottolineare con questo semplice gesto l’importanza che l’appuntamento internazionale sia promotore di uno sviluppo sostenibile rispettoso delle tradizioni e consapevole del lavoro degli agricoltori, per garantire la sicurezza alimentare, ambientale e la qualità della vita.

Il simbolico abbinamento tra le fave e il pecorino, molto diffuso in tutta l’Italia centrale, vuole significare il frutto del lavoro di 1,6 milioni di coltivatori ed allevatori che quotidianamente si impegnano nelle campagne italiane a tutela del vero made in Italy. Per l’occasione giungeranno a Milano gli agricoltori dall’intera Penisola guidati dal presidente nazionale Roberto Moncalvo che, insieme al Ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina e al Governatore della Regione Lombardia Roberto Maroni, con la fine della cerimonia inaugurale dalle ore 13,30 aprirà il padiglione della Coldiretti inizio del Cardo, Ingresso sud. Una occasione per vivere una esperienza unica per i visitatori a contatto diretto, vivo e concreto con un ambiente segnato dagli odori, i colori, le luci, le asprezze e le armonie della campagna italiana.

Contenuti correlati