L'appello

Minori migranti, la proposta di legge è ferma da troppo tempo in Parlamento

7 Maggio Mag 2015 1707 07 maggio 2015

In vista dell'imminente vertice tra Governo, Regioni e Comuni, Save the children, Terre des hommes e varie altre ong chiedono lo sblocco del provvedimento al vaglio della Commissione affari costituzionali

  • ...
Immigrati sbarchi bambini
  • ...

In vista dell'imminente vertice tra Governo, Regioni e Comuni, Save the children, Terre des hommes e varie altre ong chiedono lo sblocco del provvedimento al vaglio della Commissione affari costituzionali

Le organizzazioni impegnate nella tutela dei diritti dei minori chiedono oggi in una lettera indirizzata al Ministro dell’Interno Angelino Alfano, al Presidente della Conferenza delle Regioni Sergio Chiamparino e al Presidente dell’ANCI Piero Fassino, a poche ore dal vertice che li vedrà riuniti a Roma, il varo di un decreto legge che dia immediata esecutività ai contenuti del disegno di legge C. 1658, attualmente ferma in commissione Affari Costituzionali della Camera, volto a disciplinare finalmente in modo organico, sul territorio nazionale, la protezione e l’accoglienza dei minorenni stranieri non accompagnati.

Dall’inizio dell’anno sono 1.686 i minori stranieri non accompagnati giunti nel nostro paese: ragazzi e ragazze, a volte poco più che bambini, che approdano sulle nostre coste senza adulti di riferimento, dopo aver affrontato viaggi sempre più drammatici, e bisognosi di accoglienza e protezione adeguate che però il nostro paese non riesce ad assicurare in assenza di un sistema efficiente e organico di accoglienza. Per tale ragione il 4 ottobre 2013 è stato presentato alla Camera il disegno di legge C.1658 - prima firmataria Sandra Zampa - sostenuto da parlamentari dei principali partiti politici di maggioranza e opposizione.

La proposta di legge è tuttavia ferma in Commissione Affari Costituzionali della Camera e, perciò, ne viene richiesta l’immediata traduzione in decreto legge. "Esso dovrà in particolare prevedere e assicurare l’estensione del sistema Sprar - il sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati – a tutti i minori stranieri non accompagnati, attraverso regole certe, garanzia di pari condizioni di accesso, maggiore solidità e qualità nella rete di accoglienza e di tutela e, infine, l'ottimizzazione delle risorse pubbliche, visto che nella gestione d’emergenza i costi sono maggiori ed è più difficile garantire efficienza e trasparenza", indicano i promotori dell'iniziativa. Qui sotto il testo della lettera con l'elenco delle ong firmatarie.

**************************

LETTERA APPELLO PER UN SISTEMA NAZIONALE DI ACCOGLIENZA E PROTEZIONE DEI MINORENNI STRANIERI NON ACCOMPAGNATI

Alla cortese attenzione del: Ministro dell’Interno Angelino Alfano, del Presidente Conferenza delle Regioni Sergio Chiamparino, del

Presidente ANCI Piero Fassino


Dall’inizio dell’anno sono giunti nel nostro Paese 1.686 minorenni stranieri non accompagnati: ragazzi e ragazze, a volte poco più che bambini, che approdano sulle nostre coste senza adulti di riferimento, dopo aver affrontato viaggi drammatici. Questi minorenni, una volta in Italia, vivono condizioni di particolare vulnerabilità e di rischio ed è nostro dovere garantire a ciascuno di loro adeguata accoglienza e protezione.

Per questo motivo, le organizzazioni promotrici, da anni impegnate nella tutela dei diritti dei minorenni, in occasione del vertice tra Governo, Regioni ed Enti locali chiedono:

il varo di un decreto legge che dia immediata esecutività a tutti i contenuti del disegno di legge C. 1658, attualmente all’esame della Commissione Affari Costituzionali della Camera, sostenuto da parlamentari dei principali partiti politici di maggioranza e opposizione, e volto a disciplinare finalmente in modo organico, sul territorio nazionale, la protezione e l’accoglienza dei minorenni stranieri non accompagnati.

Certi di incontrare la vostra sensibilità e attenzione,

AiBi

Amnesty International

Centro Astalli

CIR

CNCA

CNCM

Emergency

Intersos

Save the Children

Terres des Homme