Acquatica Park 1 2
Milano

Il cardinale Scola inaugura il nuovo corso dell'Acquatica Park

23 Giugno Giu 2015 1759 23 giugno 2015
  • ...

La stagione estiva dell'impianto sportivo gestito per la prima volta dal Csi al via il 24 giugno con 3.500 bambini e adolescenti degli oratori milanesi

Sono attesi 3.500 bambini e adolescenti provenienti da 50 parrocchie e 25 Comuni della Diocesi mercoledì 24 giugno alle 15,45 all'inaugurazione dell’Acquatica Park di Milano (in via Gaetano Airaghi, 61) con l'Arcivescovo di Milano Angelo Scola.

Quest’anno, infatti, la Fondazione Oratori Milanesi, grazie all’accordo con il nuovo gestore dell’impianto, il Centro Sportivo Italiano, ha arricchito il programma di attività estive per i ragazzi con l’oratorio sull’acqua: un giornata di animazione nello scenario del parco acquatico. Una proposta che è stata molto apprezzata dagli oratori e a circa due settimane dall’avvio ha già avuto 60 mila presenze.

L’oratorio estivo è iniziato alla chiusura delle scuole e proseguirà per 4, 5 o 6 settimane a seconda delle parrocchie. Al centro della proposta educativa, riassunta nello slogan “Tutti a tavola”, c’è il tema dell’alimentazione, in sintonia con il grande evento di Expo Milano 2015 "Nutrire il pianeta. Energia per la vita". «Vogliamo introdurre i ragazzi dei nostri oratori al concetto di "nutrimento per la vita" a partire dal gesto quotidiano del mangiare, sviluppando un percorso che abbia il suo fondamento nei testi della Scrittura», osserva don Samuele Marelli, direttore della Fom. «Attraverso l'incontro con diversi passi della Scrittura, i ragazzi scopriranno che per nutrire la loro vita, quindi per star bene, dovranno (anche) "andare oltre" l'istinto del cibarsi, per scoprire i significati e le grandi sfide che il Signore ha pensato per ciascuno di noi; l’obiettivo sarà così giungere a conclusione dell'oratorio estivo facendo memoria del cammino compiuto e comprendendo che "non di solo pane vivrà l'uomo"».

La gestione di Acquatica Park è passata da quest'anno al Centro Sportivo Italiano che, come ha sottolineato il presidente nazionale Massimo Achini, vuole costruire qui «un polo delle politiche educative, dove ci si possa tuffare in acqua ma anche, al tempo stesso, nei veri valori della vita». Una motivazione "alta" ma nei fatti anche molto concreta. La presenza fissa di educatori Csi debitamente formati, invece dei "normali " bagnini, di 55mila giovani e giovanisssimi provenienti dai centri estivi degli oratori, di stand di associazioni del Terzo settore al posto di quelli classici commerciali cambierà il volto di uno dei luoghi cult dell'estate milanese. In programma anche momenti di riflessione e di incontro su temi sociali per far capire che da quest'anno ad Acquatica si respira un'aria diversa. Come conferma la presenza del cardinale Scola all'inaugurazione.

Contenuti correlati