Anpas

Giovani volontari crescono nei campi scuola della Protezione Civile

24 Giugno Giu 2015 1047 24 giugno 2015

Più di mille giovani dai 6 ai 17 anni partecipano quest'anno dal 27 giugno e il 6 settembre al progetto “Campi scuola - Anch’io sono la Protezione Civile” organizzato dalle Pubbliche Assistenze per coinvolgere le nuove generazioni

  • ...
11402956 754390937993422 7455101840119727910 N
  • ...

Più di mille giovani dai 6 ai 17 anni partecipano quest'anno dal 27 giugno e il 6 settembre al progetto “Campi scuola - Anch’io sono la Protezione Civile” organizzato dalle Pubbliche Assistenze per coinvolgere le nuove generazioni

Sono oltre 1000 i ragazzi (di età compresa tra i 6 e i 17 anni) che tra il 27 giugno e il 6 settembre parteciperanno ai 38 campi scuola di protezione civile Anpas. Anche quest'anno, infatti le Pubbliche Assistenze Anpas hanno infatti preso parte al progetto “Campi scuola - Anch’io sono la Protezione Civile”, promosso dal Dipartimento della Protezione Civile e nato con l’obiettivo di diffondere la cultura di protezione civile tra le nuove generazioni.

Da fine giugno a inizio settembre, dalle cime di Verres in Valle d'Aosta all'isola siciliana di Lipari, saranno oltre duecentocinquanta giorni complessivi di esperienza in cui i futuri volontari di protezione civile compiranno un vero e proprio “viaggio” all’interno del mondo della protezione civile, scoprendo quanto l’impegno del singolo sia indispensabile al funzionamento dell’intero sistema.

La finalità di questo progetto è quella di stimolare tra i giovani il senso di responsabilità e di cittadinanza attiva attraverso la condivisione delle buone pratiche di protezione civile, ma anche di prevenzione ai tanti rischi del nostro territorio. Esplorazione e contatto con la natura, prevenzione dei rischi, esercitazioni in squadra, presa di responsabilità nei confronti della comunità saranno parte della metodologia che i volontari Anpas adotteranno per far scoprire le attività di protezione civile, i piani comunali di protezione civile e il Servizio Nazionale della Protezione Civile. Tre le aree tematiche che saranno oggetto della esperienza dei ragazzi: antincendio boschivo, sistema nazionale della protezione civile, piani di protezione civile.

«Stiamo coltivando i volontari della protezione civile di domani, ma soprattutto i cittadini che si prenderanno cura delle nostre comunità, dei nostri territori e dei beni comuni del futuro», dice Carmine Lizza, geologo e responsabile nazionale Anpas di Protezione Civile. «La cultura del volontariato di protezione civile è l’elemento principale per uscire dall’emergenza e per affrontarla attraverso l’impegno di cittadini consapevoli e formati. Questi ragazzi», conclude Lizza «hanno la fortuna di poter costruire il loro percorso di cittadinanza attiva e di responsabilità: in bocca al lupo a tutti loro e speriamo di ritrovarli nelle nostre pubbliche assistenze anche dopo questa esperienza come in tanti hanno fatto».

ll progetto di formazione “Campi scuola - Anch’io sono la Protezione Civile” è nato nel 2007 con l’obiettivo di diffondere la cultura di protezione civile tra le nuove generazioni. Una esperienza che Anpas ha iniziato nel 2008 con 145 ragazzi con cinque campi in tre regioni e che negli anni ha incrementato il numero di pubbliche assistenze, di regioni e soprattutto di ragazzi che vi hanno preso parte (con un incremento del 604%). «Rileviamo l'importanza di parlare dei nostri temi ai ragazzi fin da piccoli perché così verrà più naturale affrontare le problematiche di protezione civile e, perché no, la voglia di fare volontariato. Finalità di questo progetto è quella di stimolare tra i giovani il senso di responsabilità e di cittadinanza attiva attraverso la condivisione delle buone pratiche di protezione civile», dichiara Fabrizio Pregliasco, Presidente Anpas.

Contenuti correlati